Category Archives: Borsa

Gli indici di Borsa e spread del 13 novembre 2019

Piazza Affari si prepara all'apertura dopo una giornata positiva. Il differenziale Btp-Bund a 147 punti base. I mercati in diretta.

La Borsa italiana si prepara alla sessione del 13 novembre 2019 dopo una giornata in Piazza Affari terminata in rialzo (+1,2%), come il resto delle Borse europee, tranne per la tendenza negativa di Madrid. Le trimestrali hanno condizionato in parte il listino, a partire dalle banche.

La migliore è stata Ubi (+2,7%) coi conti, insieme a Unicredit (+2). Volata per Banca popolare di Sondrio (+13,58%) sulle attese della vendita di 1 miliardo di npl. Il Tesoro intanto ha collocato Bot a un anno per 5,5 miliardi di euro con tasso in rialzo, il giorno prima dell’asta dei Btp. Bene Fineco (+2,6%), Azimut (+2,5%) e Stm (+2,2%). Su anche Poste (+2,1%) e Mediobanca (+2%) col piano industriale. Su buoni livelli Exor (+1,8%) e Fca (+1,2%), come Enel (+1,8%) e Generali (+1,6%). Mediaset ha guadagnato (+2%) salita al 15% nella tedesca Prosieben (-2,8%). Rialzo per Salini Impregilo (+4,4%) tra i favoriti per un nuovo contratto in Australia. In rosso invece Prysmian (-1,5%) il giorno dei conti, Moncler (-0,6%), Campari e A2a (-0,4%).

LO SPREAD CHIUDE IN CALO A 147 PUNTI

Lo spread tra Btp e Bund chiude in calo a 147 punti base dai 150 punti di ieri. Il rendimento del titolo decennale italiano si attesta all’1,21%.

I MERCATI IN DIRETTA

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

La Borsa italiana e il valore dello spread del 12 novembre 2019

Attesa per l'apertura di Piazza Affari. La giornata precedente è terminata con un -0,19%. Il differenziale Btp-Bund riparte da 150 punti base. La diretta dei mercati.

Attesa per l’apertura della Borsa italiana nella seduta del 12 novembre 2019. La giornata precedente è terminata con un -0,19%. Lo spread Btp-Bund riparte da quota 150 punti.

A Piazza Affari tra i peggiori Prysmian, che ha lasciato sul terreno il 2,68%. Prese di beneficio su Tim (-1,45%) dopo i conti, mentre tra i bancari vendite su Ubi (-1,45%) in scia alla trimestrale. Negative anche Fca (-0,85%) e Unicredit (-0,87%). Di contro sale Bper (+1,66%) e nel risparmio gestito Azimut (+1,9%). Buon passo di Salini Impregilo (+5,23%), tra i favoriti per un nuovo contratto in Australia.

GLI AGGIORNAMENTI DEI MERCATI IN TEMPO REALE

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

Le quotazioni di Borsa e spread del 30 ottobre 2019

Piazza Affari si prepara all'apertura dopo una giornata debole. Il differenziale Btp Bund a 134 punti base. I mercati in diretta.

La Borsa italiana si prepara all’apertura per la sessione del 30 ottobre 2019 dopo una giornata terminata debole in Piazza Affari (-0,07%), collocati Bot a sei mesi per 6,5 miliardi con tassi in lieve rialzo.

SPREAD STABILE A 134 PUNTI

Chiusura stabile per lo spread fra il Btp e il Bund. Il differenziale segna 134 punti base col rendimento del decennale allo 0,98%.

SOFFRONO I PETROLIFERI

A tirare giù il listino principale i petroliferi, col greggio piatto (wti -0,01%), con perdite per Saipem (-1,5%) e Eni (-0,7%). Lo stesso il lusso, con Ferragamo (-1,2%) e Moncler (-1,1%). Male l’automotive, con Cnh (-1,7%) e Fca (-1,3%). Perdite pure per Exor (-1,2%). Debole Pirelli (-0,2%) attesi i conti a mercati chiusi. In negativo anche Tim (-0,3%) con Moody’s a prevedere una crescita dei ricavi piatta per le trimestrali tlc. Sulla parità l’esordio di Newlat (0,00%). A brillare A2a, attesi a novembre i conti con previsioni favorevoli degli analisti. Bene Stm (+1,5%), come gli altri tecnologici in Europa. Guadagni per Unicredit (+1%), giù Mps (-1,6%) e Intesa (-0,2%). In rialzo Campari (+1,2%) coi conti. Fuori scala Risanamento (+5%) e Sogefi (+5,4%) il giorno dopo la trimestrale.

I MERCATI IN DIRETTA

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

La Borsa italiana e il valore dello spread del 29 ottobre 2019

Partenza in rialzo per Piazza Affari che il 27 ottobre ha chiuso a +0,38%. Spread in leggero rialzo a 134 punti. I mercati in diretta.

Prima seduta di settimana senza strappi per la Borsa Italiana, che ha chiuso in rialzo sull’onda dell’annuncio del presidente statunitense Trump di un possibile mini-accordo commerciale con la Cina al vertice dell’Apec di novembre. L’indice Ftse Mib ha chiuso in aumento dello 0,38% a 22.695 punti, l’Ftse All share in crescita dello 0,37% a quota 24.676. Poco sopra la parità i mercati azionari del Vecchio continente giornata poco sopra la parità: Londra ha chiuso in aumento dello 0,09%, con Francoforte in crescita finale dello 0,37% e Parigi dello 0,15%.

Tra i titoli in rialzo a Piazza Affari bene soprattutto Pirelli e Salvatore Ferragamo, saliti entrambi del 4,1% finale: il primo per la corsa del settore dell’auto che teme particolarmente i dazi, il secondo in scia a Tiffany dopo l’offerta di Lvmh. In netto rialzo Fineco (+2,4%), Stm (+2,2%) e Prysmian, in aumento di due punti percentuali. In linea con il listino generale Unicredit (+0,4%), piatta Tim, in calo dello 0,7% Eni. Prese di beneficio su Moncler, scesa dell’1,8% dopo la corsa di venerdì.

SPREAD IN RIALZO A 134 PUNTI

Il 27 ottobre lo spread fra il Btp e il Bund ha chiuso in rialzo. Il differenziale sale a 134 punti base dai 131 punti della chiusura di venerdì 26. Il rendimento del decennale cresce all’1%.

I MERCATI IN DIRETTA

7.17 – HONG KONG CHIUDE IN RIALZO

La Borsa di Tokyo termina le contrattazioni in positivo per il settimo giorno di fila, quando prevale l’ottimismo degli investitori sulle trattative del commercio tra Cina e Stati Uniti, mentre l’indebolimento dello yen continua a favorisce i titoli legati all’export. Il Nikkei guadagna lo 0,47%, a quota 22.974,13, aggiungendo 106 punti. Sul fronte dei cambi la divisa nipponica si svaluta ai minimi in 3 mesi sul dollaro, a un livello di 109, e a 120,90 sull’euro.

3.37 – HONG KONG APRE IN POSITIVO

La Borsa di Hong Kong apre la seduta in rialzo sulla scia dell’ottimismo per il mini accordo che Usa e Cina si avvierebbero a firmare sul commercio e per un altro taglio dei tassi da parte della Federal Reserve. In calo, invece, l’avvio di Shanghai e Shenzhen, i cui indici Composit segnano nelle prime battute ribassi, rispettivamente dello 0,29% (a 2.971,43 punti) e dello 0,16%, a quota 1.655,59.

1.19 – LA BORSA DI TOKYO APRE IN RIALZO

La Borsa di Tokyo avvia gli scambi col segno più, sulla scia del rialzo degli indici Usa, quando prevale l’ottimismo degli investitori sulle trattative del commercio tra Cina e Stati Uniti, e torna a indebolirsi lo yen sulle principali valute, favorendo i titoli legati all’export. L’indice Nikkei avanza dello 0,38%, a quota 22.955,28, aggiungendo 88 punti. Sul fronte dei cambi la divisa nipponica si svaluta sul dollaro a 108,90, e a 120,90 sull’euro.

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

Le quotazioni di Borsa e spread del 28 ottobre 2019

Piazza Affari si prepara all'apertura dopo una settimana positiva. Il differenziale Btp Bund a 131 punti. I mercati in diretta.

La Borsa italiana si prepara all’apertura per la sessione del 28 ottobre 2019 dopo una chiusura di settimana in positivo per Piazza Affari. A dispetto di una Europa fiacca segnata dallo stallo sulla Brexit e dalla fiducia (l’Ifo) delle imprese tedesche stabile, Milano venerdì guadagnava lo 0,36% a 22.608 punti.

SPREAD BTP BUND STABILE A 131 PUNTI

Lo spread tra Btp e Bund termina stabile in aerea 131 punti. Il rendimento del decennale è pari allo 0,948%.

Balza Moncler (+11,3% dopo il dato delle vendite reso noto ieri a mercati chiusi). E sulla scia Ferragamo (+1,90%) e, fuori dal paniere principale, Cucinelli (+3%). Prese di beneficio su Poste (-1,18%) e vendite sui bancari con Unicredit che cede lo 0,69%. Marginali Fineco (-0,25%), Bper (-0,05%), Intesa (+0,07%). Tra gli altri debole Eni (-0,69%) che ha chiuso il terzo trimestre con un utile netto adjusted di 776 milioni di euro, in calo del 44% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

I MERCATI IN DIRETTA

Leggi tutte le notizie di Lettera43 su Google News oppure sul nostro sito Lettera43.it

Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo