Definizione agevolata: la rata del 30 settembre slitta al 1° ottobre

Per i contribuenti che hanno aderito alla definizione agevolata, la cosiddetta rottamazione delle cartelle, la rata con scadenza il 30 settembre cade di domenica. Come previsto dalla legge, quindi, il pagamento dovrà essere effettuato entro il primo giorno lavorativo successivo, ovvero lunedì 1° ottobre.

La scadenza riguarda la seconda rata della definizione agevolata (prevista dal decreto-legge 16 ottobre 2017, n. 148 per i debiti affidati alla riscossione dal 1° gennaio al 30 settembre 2017) e la quinta e ultima rata (prevista dal decreto-legge 22 ottobre 2016, n. 193).

I canali di pagamento a disposizione dei contribuenti: la propria banca, gli sportelli bancomat (ATM) abilitati ai servizi di pagamento CBILL, il proprio internet banking, gli uffici postali, i tabaccai aderenti a Banca 5 SpA e ai circuiti Sisal e Lottomatica, il portale di Agenzia delle Entrate-Riscossione e l'app Equiclick tramite la piattaforma PagoPA, compensazione con crediti commerciali vantati nei confronti della pubblica amministrazione e, ovviamente, gli sportelli di Agenzia delle Entrate-Riscossione.

In caso di mancato, insufficiente o tardivo pagamento, la definizione agevolata non produce effetti e l’Agenzia delle Entrate-Riscossione, come stabilito dalla legge, dovrà riprendere le procedure di riscossione.

Libero-News
Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo