Daily Archives: 2 Agosto 2019

Incentivo Occupazione Sviluppo Sud: i dati al 31 luglio

Con la circolare INPS 16 luglio 2019, n. 102, l’Istituto ha avviato la procedura di fruizione degli sgravi contributivi introdotti con la misura Incentivo Occupazione Sviluppo Sud.

Il beneficio, rivolto a tutti i datori di lavoro privati che assumano lavoratori disoccupati, ha visto al 31 luglio 2019 la definizione del 96,85% delle domande pervenute.

Alle aziende e intermediari interessati è stato inoltrato l’esito della domanda.

Come previsto dalle norme, dopo l’accoglimento della domanda, il datore di lavoro ovvero l’intermediario previdenziale incaricato, entro dieci giorni di calendario dall’accoglimento della domanda, deve comunicare attraverso la procedura telematica l’avvenuta assunzione, a pena di decadenza dal diritto alla fruizione del beneficio.

Le domande che perverranno dopo il 31 luglio saranno gestite seguendo gli ordinari criteri di elaborazione. Anche per tali richieste, nell’ipotesi in cui l’istanza di prenotazione inviata venga accolta, il datore di lavoro o l’intermediario previdenziale incaricato, entro dieci giorni di calendario dall’accoglimento della domanda, dovrà comunicare, a pena di decadenza dal diritto al beneficio, l’avvenuta assunzione attraverso la specifica procedura telematica.

Dipendenti privati: nuovo servizio di consultazione info previdenziali

Per tutti i lavoratori dipendenti del settore privato non agricolo è attivo il nuovo servizio di controllo e consultazione della propria posizione previdenziale “CIP – Consultazione info previdenziali”. Lo rende noto l’INPS con il messaggio 1 agosto 2019, n. 2970.

L'applicazione, disponibile anche sull’app “INPS Mobile”, consente di visualizzare e scaricare in formato PDF ed Excel una serie di informazioni aggiuntive rispetto a quelle dell’Estratto Conto individuale, utili per un controllo immediato della propria posizione previdenziale a partire da gennaio 2010.

Come si utilizza e a cosa serve

Dopo aver selezionato il periodo di interesse, il lavoratore visualizza la lista dei mesi di contribuzione presenti e l’imponibile previdenziale; cliccando sul singolo mese, accede alle informazioni di dettaglio: la denominazione del datore di lavoro, la propria categoria di inquadramento contrattuale, la tipologia di rapporto di lavoro, gli eventuali periodi di malattia e maternità e gli Assegni al Nucleo Familiare che il datore di lavoro ha comunicato all’INPS.

Trasparenza e responsabilizzazione dei lavoratori rispetto alla propria posizione previdenziale sono la finalità del servizio. Con CIP i lavoratori potranno effettuare, mese per mese, un check immediato dei dati trasmessi ad INPS dal proprio datore di lavoro e segnalare le eventuali anomalie riscontrate. La segnalazione tempestiva dell’anomalia, infatti, è fondamentale per la correzione dei dati da parte di INPS o del datore di lavoro.

Rider e GIG Economy: il workshop INPS per un welfare moderno

Martedì 23 luglio, presso la Direzione Generale dell’INPS e alla presenza del Presidente dell’INPS Pasquale Tridico, si è tenuto il secondo workshop di Design Thinking che ha avuto come focus l’approfondimento delle soluzioni, individuate per i rider e per le Food Delivery Platform, che permettono l’accesso a un sistema assicurativo e previdenziale ottimizzato per l'ecosistema della GIG Economy.

Il tavolo di lavoro ha interessato, oltre l’INPS, anche l’INAIL, il CNEL, Moovenda, EY ed IBM il cui coinvolgimento ha contribuito alla definizione dei futuri sviluppi e all’individuazione dei prossimi passi implementativi in vista della realizzazione di un primo progetto pilota.

Le conclusioni del Presidente Tridico, hanno confermato l’importanza di implementare una soluzione condivisa e di equilibrio che garantisca flessibilità e garanzie sociali per le nuove tipologie di lavoratori, non continuative e on-demand, come quelle dei lavoratori della GIG Economy.

CIV INPS: approvato il Rendiconto generale 2018

Approvato all’unanimità dal Consiglio di Indirizzo e Vigilanza (CIV) dell’INPS il Rendiconto generale per l’anno 2018.

I principali risultati si riassumono in:

  • 231.166 milioni di euro di entrate contributive, con un incremento del 2,9% rispetto all’esercizio 2017;
  • 318.373 milioni di euro di prestazioni istituzionali, con un incremento del 2,0% rispetto al consuntivo 2017;
  • 7.839 milioni di euro di disavanzo economico di esercizio con un peggioramento di 855 milioni rispetto al disavanzo economico del 2017 (6.984 milioni);
  • 47.042 milioni di euro di patrimonio netto 31 dicembre 2018.
Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo