Daily Archives: 12 Luglio 2019

Convenzione tra soggetti abilitati all’assistenza fiscale e INPS

Il messaggio 11 luglio 2019, n. 2658 fornisce informazioni sulla convenzione tra INPS e soggetti abilitati all’assistenza fiscale, per l’affidamento e la disciplina del servizio di raccolta e trasmissione delle dichiarazioni delle situazioni reddituali (modelli RED) e delle dichiarazioni di responsabilità (modelli ACC.AS/PS, ICRIC FREQUENZA, ICLAV), per la corretta erogazione delle prestazioni previdenziali e assistenziali, campagne RED ordinaria 2019 (anno reddito 2018), Solleciti 2018 (anno reddito 2017), INV CIV ordinaria 2019 e Solleciti 2018.

Lo schema di convenzione, allegato al messaggio, individua i casi in cui devono essere presentate le dichiarazioni, regolamenta le modalità di svolgimento del servizio, di conservazione della documentazione e di trasmissione telematica, disciplina le attività di verifica e di validazione dei dati, nonché quelle di comunicazione delle anomalie eventualmente riscontrate.

Il servizio viene affidato in via non esclusiva.

Il cittadino potrà comunque presentare direttamente la comunicazione attraverso il servizio online (accessibile con PIN dispositivo, credenziali SPID di secondo livello o avvalendosi del Contact center) o le strutture territoriali dell’Istituto.

I CAF e gli altri soggetti abilitati all’assistenza fiscale, se in possesso dei requisiti, hanno facoltà di stipulare convenzioni singole.

Il Direttore centrale Organizzazione e sistemi informativi è stato autorizzato a sottoscrivere, in nome e per conto dell’Istituto, le convenzioni in oggetto.

La procedura per la sottoscrizione delle convenzioni scadrà il 31 gennaio 2020.

I soggetti interessati alla sottoscrizione della convenzione potranno rivolgersi alla Direzione centrale Organizzazione e sistemi informativi – Area Sviluppo dei processi di integrazione e sinergia e procedimentalizzazione delle convenzioni con soggetti privati e professionisti, scrivendo al seguente indirizzo di posta elettronica: Convenzioni.CAF@inps.it.

Modello 730/4: servizio online per la verifica dei conguagli fiscali

I contribuenti che hanno presentato il modello 730/4, indicando l’INPS quale sostituto d’imposta per l’effettuazione dei conguagli fiscali, possono verificare le risultanze contabili inviate all’Istituto dal soggetto che ha gestito la dichiarazione e i relativi esiti tramite il servizio online “Assistenza fiscale (730/4): servizi al cittadino”. È quanto comunica l’INPS con il messaggio 11 luglio 2019, n. 2652.

Il servizio consente ai contribuenti di consultare i seguenti dati:

  • avvenuta ricezione da parte dell’Istituto delle risultanze contabili, con il dettaglio dei relativi importi, e la denominazione del soggetto che ha effettuato l’invio;
  • conferma che i conguagli relativi alle risultanze contabili verranno effettuati sulle prestazioni istituzionali, se l’INPS è il sostituto d’imposta per il contribuente;
  • diniego, con conseguente restituzione della dichiarazione 730/4, nei casi in cui non sussista il rapporto di sostituzione;
  • trattenute o rimborsi effettuati mensilmente sulle prestazioni erogate dall’INPS, in applicazione delle risultanze del modello 730/4.

Oltre alla funzione di consultazione, a partire dal 15 luglio 2019, il servizio consentirà ai contribuenti di effettuare online la richiesta di annullamento e/o di variazione della seconda rata d’acconto Irpef o Cedolare Secca entro il 30 settembre 2019.

Cassetto lavoro domestico: la nuova sezione “Agenda appuntamenti”

Con il messaggio 11 luglio 2019, n. 2651 l’Istituto informa che nel Cassetto previdenziale per il lavoro domestico sono state introdotte le nuove funzionalità per la gestione degli appuntamenti presso le strutture territoriali dell’INPS. Tali funzionalità, accessibili dalla sezione “Agenda Appuntamenti”, sono disponibili sia per il cittadino che per gli intermediari abilitati.

Queste novità arrivano dopo il rilascio del Cassetto previdenziale per il lavoro domestico, comunicato con il messaggio 28 dicembre 2017, n. 5182, e l’introduzione della funzionalità per la comunicazione bidirezionale che offre la possibilità di dialogare in modo diretto con le strutture dell’INPS attraverso la nuova sezione “Comunicazioni”, illustrata nel messaggio 6 luglio 2018, n. 2749.

L’attivazione di un appuntamento presso una struttura territoriale dell’INPS e la sua successiva gestione è disponibile esclusivamente con riferimento a uno o più quesiti già inoltrati tramite Cassetto e che abbiano ricevuto esito negativo o per i quali non si sia ricevuto un riscontro entro un termine prestabilito, fissato in funzione dell’argomento oggetto delle comunicazioni.

Dalla sezione “Agenda Appuntamenti” è possibile:

  • creare un appuntamento;
  • cancellare un appuntamento precedentemente confermato;
  • cercare e visualizzare gli appuntamenti già inseriti a sistema.

Reddito e Pensione di Cittadinanza: gestione delle richieste di rinuncia

L’INPS, con il messaggio 11 luglio 2019, n. 2662, ha fornito le indicazioni operative per la gestione delle richieste di rinuncia al Reddito di Cittadinanza e alla Pensione di Cittadinanza.

La rinuncia potrà essere effettuata dal richiedente titolare della Carta Rdc/Pdc, il quale dovrà dichiarare che la domanda di rinuncia viene presentata in nome e per conto del nucleo familiare, a prescindere dalla fase di attuazione del beneficio in essere e dalla composizione del nucleo stesso.

È disponibile online il modulo SR183 da utilizzare e presentare alle strutture territoriali dell’INPS per la rinuncia al beneficio.

La rinuncia comporta la disattivazione della Carta Rdc/Pdc, con decorrenza dal momento della rinuncia stessa. Pertanto, eventuali importi residui ancora presenti nella Carta non saranno più utilizzabili.

La rinuncia non comporta in alcun modo la riattivazione del ReI, nel caso in cui il nucleo ne fosse beneficiario prima della richiesta di Reddito di Cittadinanza.

Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo