Daily Archives: 6 Dicembre 2018

Assegno sociale e qualifica di “ultrasessantacinquenne”: requisiti

A decorrere dal 1° gennaio 2013, il requisito anagrafico di 65 anni previsto in materia di assegno sociale deve essere aggiornato con cadenza triennale. A partire dal 2018 l’età prevista per l’accesso all’assegno sociale è 66 anni e 7 mesi.

Il messaggio 6 dicembre 2018, n. 4570, nel definire il nuovo innalzamento anagrafico per l’accesso ai trattamenti sociali in oggetto, fornisce chiarimenti in merito alle varie fattispecie interessate.

Assegno di natalità: termine ultimo per il rinnovo dell’ISEE 2018

A decorrere dal 1° gennaio 2015 l’Istituto gestisce le domande di assegno di natalità di cui all’articolo 1, commi da 125 a 129, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (cd. bonus bebè) e provvede al pagamento delle singole mensilità in favore dei soggetti aventi diritto. Le prime istruzioni di dettaglio sono state fornite con la circolare INPS 8 maggio 2015, n. 93.

La legge 27 dicembre 2017, n. 205 ha riconosciuto lo stesso beneficio anche per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018 fino al compimento del primo anno di età ovvero del primo anno di ingresso nel nucleo familiare a seguito di adozione. Con la circolare INPS 19 marzo 2018, n. 50 sono state fornite le relative istruzioni operative.

In entrambi i casi, per poter richiedere l’assegno deve essere presentata, preliminarmente, una Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) che ha validità fino al 15 gennaio dell’anno successivo a quello in cui è stata presentata. La mancata presentazione della DSU entro il 31 dicembre 2018 avrà come conseguenza non solo la perdita delle mensilità per l’anno 2018, ma anche la decadenza della domanda di assegno presentata nell’anno 2017 (e in alcuni casi nel 2016 o 2015). Ulteriori dettagli e precisazioni sono riportati nel messaggio 6 dicembre 2018, n. 4569.

NASpI: servizi informativi per controllare lo stato di una domanda

Per agevolare il controllo dello stato di avanzamento di una domanda di NASpI, l’Istituto mette a disposizione degli utenti nuovi servizi. Sarà possibile consultare l’esito della domanda via web attraverso il servizio online dedicato, ricevere avvisi tramite SMS, consultare la domanda sull’app e gli avvisi personalizzati nell’area MyINPS.

Entro la fine dell’anno è previsto il rilascio di una nuova funzionalità dell’app INPS Mobile dedicata alla NASpI, che consentirà agli utenti di consultare lo stato di avanzamento della domanda.

Trasmissione automatica di avvisi tramite SMS

È in corso di realizzazione un servizio automatico di comunicazione tramite SMS che, con brevi messaggi, comunica l’avvenuta ricezione di una domanda presentata telematicamente e fornisce indicazioni sullo stato di avanzamento della domanda presentata.
Inoltre il beneficiario NASpI che abbia fornito il suo recapito telefonico al momento della presentazione della domanda, riceverà SMS che segnalano l’avvio della liquidazione della prima rata della prestazione.

Consultazione avvisi personalizzati nell’area MyINPS

Il beneficiario di NASpI può verificare online autonomamente l’esito della domanda e lo stato dei pagamenti della prestazione accedendo alla propria sezione MyInps - previo inserimento PIN - cliccando sulla voce “I tuoi avvisi”.

L’utente, nella sezione dedicata, troverà tre tipi di avvisi:

  • “notifica di invio comunicazione epistolare”: avviso con link che rimanda alla lettera di accoglimento/rigetto o richiesta documentazione, inviata tramite Postel da cui l’utente può visualizzare e scaricare in pdf la comunicazione, che resta disponibile anche in caso di smarrimento della lettera;
  • “avviso di pagamento Disoccupazione non agricola dal”: avviso di liquidazione di ogni rata di NASpI con indicazione dell’importo lordo liquidato sul conto corrente indicato nella domanda;
  • “avviso di possibile diritto all’indennità NASpI”: avviso con link di accesso alla domanda precompilata.

Costi e benefici dell’immigrazione: l’intervento del Presidente Boeri

Costi e benefici dell’immigrazione tra percezioni e realtà: questo il tema dell’intervento del Presidente INPS Tito Boeri alla prima giornata dell’evento “Radar, orientarsi nel mondo che cambia”, promosso dalla Regione Lazio e tenutosi a Roma il 30 novembre scorso.

L’intervento del Presidente Boeri (pdf 1,77MB) è stato incentrato sull’analisi del fenomeno dell’immigrazione in Italia, con un approfondimento su costi e benefici.

Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo