Daily Archives: 16 maggio 2018

Abusivismo commerciale: quasi 800 articoli sequestrati dalla Polizia Municipale

Controlli in centro nel fine settimana: multa da 5.000 euro per tre venditori. Abitazioni trasformate in laboratorio a Prato. Nelle case trovati 33 posti letto e 30 macchinari. Un lavoratore clandestino nella stamperia con macchinari non a norma nel Macrolotto Uno

Terza Corsia A1: gli operai scendono dalla gru

Impegno di Pavimental per pagare 2 mila euro ai dipendenti senza stipendio di G Costruzioni

Russia officially announces plans to create offshore zones

Russian Prime Minister Dmitry Medvedev announced plans to create territories with a special legal status already in the near future. The territories are to be established on Russky Island in Vladivostok and on Oktyabrsky Island in the Kaliningrad Enclave, TASS reports. "In Russia, there are already territories of advanced development with a special legal regime. There are quite a few of them, including the Free Port of Vladivostok. We are planning to create special regions with a special legal status and a special tax regime in the Far East Region (Primorsky Krai) and in the the Kaliningrad Enclave," Medvedev said. Best practices of advanced legal regulation, when tested in experimental areas, can subsequently be applied for the Russian economy in general, he added. The news about the plans to create special offshore zones in Russia surfaced on April 10. The government views this approach as a measure of support for Russian oligarchs and their companies that have fallen under Western sanctions. Later, Deputy Prime Minister and Putin's aide in the Far East, Yuri Trutnev, said that offshore zones should be established for all companies, rather than for those that have been sanctioned.

Russian nuclear-powered submarine passes through Arctic ice. Video

A video of Russian nuclear submarine Yuri Dolgoruky passing through ice in the Arctic was uploaded on there Twitter page of Krasnaya Zvezda TV channel. The footage shows the nuclear-powered submarine passing near the Ruslan icebreaker. The K-535 Yuri Dolgoruky submarine is the leading sub of Project 955 Borey. The submarine is an element of the Russian nuclear triad: the Yuri Dolgoruky is armed with Bulava ballistic missiles. The submarine is 170 meters long and 13.5 meters wide.

FSB neutralizes ISIS plan to conduct terrorist attacks during World Cup in Russia

Employees of the Russian Federal Security Bureau detained several migrants, who were preparing a series of terrorist attacks during the World Cup in Moscow and St. Petersburg, the Komsomolskaya Pravda reports. FSB searched several apartments that the migrants were renting and found homemade high-power explosive devices there stuffed with destructive elements. Assault rifles, guns and grenades were seized as well. The detainees, the newspaper said, planned to conduct a series of explosions in places of mass congregation of people to disrupt the arrival of thousands of football fans to Russia. The migrants admitted that they were acting under the command of the Islamic State* terrorist organization (banned in Russia) in the Middle East and their accomplices in Russia and abroad, FSB said. On May 11, it was reported that a group of militants were plotting terrorist attacks during the "Immortal Regiment" march in Moscow, when thousands of people took to the streets to pay tribute to their relatives who ere killed during the Great Patriotic War. *terrorist organisation, banned in Russia

Firenze si divide sul traffico limitato: Ztl blindata o ad accesso temporaneo

Le categorie economiche temono di perdere l'incasso serale, i residenti vogliono calmierare gli accessi e trovare posti liberi per la sosta

Ukraine counts losses it will suffer because of Crimean Bridge

Ukraine will suffer direct losses from the construction of the Crimean Bridge across the Kerch Strait worth about 19 million dollars a year (500 million Ukrainian hryvnias). Indirect losses are evaluated at billions of hryvnias, Ukraine's Minister of Infrastructure Vladimir Omelyan said. Ukraine will suffer direct losses due to the forced reduction of the tonnage of vessels that will have to navigate under the Crimean Bridge to enter the Ukrainian ports of Mariupol and Berdyansk. The passage of ships across the Kerch Strait is likely to be ceased because of the bridge as well, the Ukrainian official said. "This bridge is a tool of economic and political pressure on Ukraine. This is a tool to block the Kerch Strait for ships sailing under the flag of Ukraine and all other countries," the minister said. Ukraine's Foreign Affairs Ministry sent inquiries to international judicial instances. Ukrainian companies also calculated the losses that they are going to suffer because of the Crimean Bridge, and they are going to bill Russia accordingly. Russian President Putin launched the Crimean Bridge on May 15. He drove a KamAZ truck along the bridge in about 16 minutes. The next day, automotive traffic on the bridge was launched from the side of the Crimea and the Taman Peninsula. The Crimean Bridge became the longest bridge in Russia - it is 19 kilometers long. The project cost Russia 228 billion rubles - the funds were assigned from the federal budget.Pravda.Ru

?Terza corsia A1: operai su una gru per rivendicare lo stipendio

Nelle scorse settimane hanno scioperato e protestato nel cantiere mugellano

Case di lusso a Firenze: alto reddito per le locazioni

Richiesta di appartamenti ristrutturati in palazzi d’epoca con metrature intorno ai 120 mq e 3 camere da letto

A Firenze il Taxi si paga con lo Smartphone: ecco come funziona la App

Il servizio, partito da Roma e Milano, attivo anche sui taxi di Firenze

Hellas Direct, Swiss Re and Revolut Join Forces to Disrupt the Home-insurance Sector in Cyprus

- Hellas Direct, a next-generation insurance company, has teamed up with Swiss Re, one of the world's leading reinsurers, and Revolut, Europe's fastest-growing digital banking alternative, to enter the Cyprus home-insurance sector. The partnership will deliver a highly-innovative and customer-focuse

Deloitte scopre che la fiducia dei millennial nelle aziende ha preso una svolta secca; si sentono impreparati per l’Industria 4.0

- - Sfiduciati rispetto alle motivazioni e all'etica delle società, i partecipanti al sondaggio chiedono ai leader aziendali di influire in modo positivo sul mondo in generale - Diversità e flessibilità sono valori chiave per fidelizzare le persone, mentre si riducono i livelli di lealtà e la gig ec

Play2Live Launches Venture Fund to Invest in Gaming and Esports Industries

- Play2Live (P2L), the world's first decentralized streaming platform for gamers and esports fans based upon blockchain technology, launches venture fund with a focus on seed investments in gaming and esports projects. The initial value of the fund is $2M. In future, the fund will expand its value a

ASIA/MALAYSIA – I Vescovi: pregare per la pace e la riconciliazione dopo le elezioni, nella “nuova Malaysia”

Kuala Lumpur - "Abbiamo esercitato il nostro diritto democratico di voto il 9 maggio 2018. La storia è andata contro ogni previsione. La Malesia ha una opportunità d'oro. Il futuro è nelle mani del popolo. Noi, Vescovi cattolici della Malesia, proponiamo un momento di preghiera e ringraziamento per la nostra amata nazione durante la Novena di Pentecoste, tra il 12 e il 20 maggio": lo afferma un messaggio firmato dai Vescovi della Malaysia e inviato all'Agenzia Fides, all'indomani delle elezioni politiche. Per la prima volta nella storia della nazione, il voto ha visto la vittoria della coalizione di opposizione, rispetto al "Fronte nazionale" che ha governato per 60 anni .
"Siamo grati all'elettorato che ha mostrato maturità" rilevano i Vescovi, notando che, grazie all'impegno dei funzionari della Commissione elettorale e di migliaia di volontari, il voto si è svolto pacificamente, in modo trasparente e quasi senza incidenti.
I Vescovi apprezzano lo sforzo di costruire "una nuova Malaysia" dove "la libertà e la giustizia sono garantite a tutti", dove "tutti possono vivere in pace e armonia senza sospettare l'uno dell'altro come concittadini".
"Molte persone - rileva il testo - hanno espresso sentimenti di gioia nell'essere malesi. Questa è davvero una grazia di Dio donata gratuitamente a tutti. Questo si è manifestato anche nel corso di queste elezioni. Abbiamo assistito alla ricerca di perdono per gli errori del passato. Abbiamo visto riconciliazione offerta e ricevuta e un amore per la pace e per l'armonia".
Citando un passo della Lettera di Giovanni, "finché ci amiamo gli uni gli altri, Dio vivrà in noi e il suo amore sarà completo in noi." , l'Episcopato malaysiano nota: "Abbiamo tutti bisogno di continuare a pregare per la Malesia. Dobbiamo pregare per la guarigione e l'unità tra tutti. Lasciate che anche la Chiesa prema il pulsante "Reset" e sia una Chiesa malese. Cerchiamo di essere inclusivi. Cerchiamo di essere creativi. Cerchiamo di essere costruttori di ponti. Vogliamo pregare perché Dio doni benedizioni e prosperità a tutti i malesi".
Con questo spirito, la Chiesa malaysiana suggerisce a tutte le comunità sparse sul territorio di offrire una messa di ringraziamento, vivere un'ora di Adorazione e di preghiera, inserire una speciale intenzione di preghiera per la pace nel paese, durante le preghiere del Rosario in comunità e in famiglia. E incoraggia tutti i cittadini all'impegno personale per la pace e l'unità. "Possa l'amore di Dio e l'amore per questa nazione, tenerci uniti come malesi", conclude il messaggio

ASIA/TERRA SANTA – Vescovi cattolici: la strage di Gaza si poteva evitare.Gerusalemme può essere anche Capitale di Palestina

Gerusalemme – Le decine di morti e i circa 3mila feriti in occasione delle proteste palestinesi organizzate presso le barriere di confine tra la Striscia di Gaza e Israele si sarebbero potute evitare “se le forze israeliane avessero usato strumenti non letali”. Puntano il dito verso l'esercito israeliano i Vescovi cattolici di Terra Santa, che ieri, martedì 15 maggio, hanno diffuso un comunicato in merito ai tragici fatti che stanno di nuovo insanguinando la terra dove è nato, morto e risorto Gesù Cristo. Nel loro messaggio, diffuso attraverso i canali ufficiali del Patriarcato latino di Gerusalemme e pervenuto anche all'Agenzia Fides, l'Assemblea dei Vescovi ordinari cattolici di Terra Santa chiede di porre fine “il prima possibile” all'assedio imposto a circa due milioni di palestinesi nella Striscia di Gaza.
I Vescovi cattolici aggiungono che il trasferimento dell'Ambasciata USA nello Stato di Israele da Tel Aviv a Gerusalemme, come tutte le altre mosse e decisioni unilaterali riguardo alla Città Santa di Gerusalemme, “non contribuisce a far avanzare la tanto attesa pace tra israeliani e palestinesi”. E fanno riferimento anche alla necessità, insistentemente richiamata dalla Santa Sede, di rendere Gerusalemme “una città aperta a tutti i popoli. il cuore religioso delle tre religioni monoteiste”, evitando ogni misura unilaterale che possa alterare il profilo della Città Santa. “Riteniamo” aggiungono i Vescovi cattolici di Terra Santa “che non vi sia alcun motivo che possa impedire alla città di essere la capitale di Israele e della Palestina”, aggiungendo che ciò dovrebbe avvenire attraverso "la negoziazione e il rispetto reciproco”.
L'Assemblea dei Vescovi ordinari cattolici di Terra Santa raccoglie tutti i Vescovi delle Chiese cattoliche – latina, greco melchita, armena, maronita, caldea e siro cattolica – presenti in quella regione, insieme al Custode francescano di Terra Santa. Martedì 15 maggio l'Arcivescovo Pierbattista Pizzaballa, Amministratore apostolico del Patriarcato latino di Gerusalemme, ha anche invitato “tutti i sacerdoti, i religiosi, le religiose, i seminaristi, tutti i fedeli di Gerusalemme e quanti lo desiderano” a prendere parte alla veglia di preghiera per la pace che sarà celebrata nel pomeriggio del prossimo sabato, vigilia di Pentecoste, nella chiesa di Sant'Etienne.
Dal 30 marzo scorso, quando sono iniziate le manifestazioni palestinesi lungo la linea di confine con Israele, sono almeno 110 i manifestanti palestinesi uccisi e più di 3mila quelli feriti dal fuoco israeliano nella Striscia di Gaza. .

AFRICA/KENYA – La diocesi di Nakuru lancia una raccolta di aiuti per le vittime del crollo della diga di Solai

Nairobi - “Ho visto personalmente la distruzione causata dalla diga che ha provocato la morte di diverse persone. Mi appello a tutti voi per offrire un contributo speciale dal 13 maggio alla domenica di Pentecoste, il 20 maggio, in denaro, cibo, vestiti, coperte e in qualsiasi altro modo che possa aiutare le vittime” ha esortato Sua Ecc. Mons. Maurice Muhatia Makumba, Vescovo di Nakuru, riferendo della sua visita alla popolazione colpita dal crollo della diga di Solai, che ha provocato 45 morti e ha lasciato più di 100 persone senza casa .
Nel suo discorso in occasione della Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, Mons. Muhatia si è rivolto in particolare alle 50 parrocchie della diocesi e a tutte le persone di buona volontà, perché contribuiscano a sostenere gli sforzi della Caritas locale che assiste le vittime della tragedia verificatasi il 9 maggio. Mons. Muhatia ha reso noto che l'ufficio della Caritas coordinerà le attività di raccolta e di distribuzione delle offerte per garantire che giungano effettivamente a chi ne ha bisogno.
Il Vescovo ha poi chiesto alla popolazione di smettere di condividere sui social media le foto dei cadaveri delle vittime della diga di Solai, perché così si causa ancora più dolore ai loro cari. “È un aiuto la condivisione di foto di corpi nudi di bambini e adulti?” ha chiesto Mons. Muhatia, che ha invitato tutti a rispettare la dignità di ogni persona umana, ed ha invece esortato a dare un'immagine positiva di ciò che viene fatto sul terreno. “Chiediamo a Dio di aprire i nostri cuori, perché invece di guardare sempre agli aspetti negativi nella società, possiamo vedere anche il bene che fanno gli altri” ha concluso.
Da marzo il Kenya è flagellato da piogge torrenziali che hanno causato forti danni in diverse aree del Paese e circa 250.000 sfollati.

Tensione politica agita Piazza Affari, spread in rialzo

Milano, 16 mag. (AdnKronos) - Avvio di seduta negativo a Piazza Affari, in controtendenza rispetto alle altre piazze europee. A Milano il Ftse Mib segna un calo dello 0,70% a 24.133 punti, mentre lo spread Btp-Bund decennali è balzato in avvio a 137 punti, fra gli avvertimenti in arrivo da Bruxelles

Cumulo INPS-Casse professionali: sottoscritte dieci convenzioni

Sono dieci, sulle 17 previste, le convenzioni già sottoscritte dagli enti previdenziali dei professionisti che consentono di soddisfare oltre l’80% dei possibili interessati al cumulo gratuito dei contributi previdenziali con l’INPS, sommando i periodi non coincidenti.

La sottoscrizione delle convenzioni ha permesso di procedere alla lavorazione delle prime 500 domande pervenute.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il comunicato stampa del 15 maggio 2018.

Sistema Informativo ISEE: accesso enti erogatori prestazioni agevolate

Il Sistema Informativo ISEE (SII) è una banca dati costituita e gestita dall’INPS sotto il profilo tecnico e informatico, contenente gli indicatori ISEE che servono a valutare la situazione economica delle famiglie.

Gli enti erogatori obbligatoriamente devono verificare il valore dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) per l’accesso a prestazioni sociali agevolate da parte degli utenti.

Con la circolare INPS 10 aprile 2015, n. 73, sono state fornite le istruzioni operative per la formulazione dell’istanza di accesso, in modalità web oppure in cooperazione applicativa, alla banca dati che deve essere presentata alla Direzione regionale INPS territorialmente competente che gestisce gli adempimenti amministrativi e tecnico-informatici propedeutici.

Gli enti erogatori, tramite il SII, possono acquisire il valore dell’ISEE, la composizione del nucleo familiare nonché, ove necessario, le informazioni analitiche della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU).

L’ente acquisisce tali informazioni ai fini dell'accertamento dei requisiti per il mantenimento dei trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari, nonché ai fini dei controlli sulle informazioni auto-dichiarate dal richiedente.

Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo