Daily Archives: 4 gennaio 2018

Pagamento rata pensioni al 3 gennaio 2018

Si comunica che nel mese di gennaio 2018 i pagamenti dei trattamenti pensionistici, degli assegni, pensioni e indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili, nonché delle rendite vitalizie dell'INAIL, saranno effettuati il secondo giorno bancabile.

Pertanto, la rata di gennaio 2018 sarà erogata da Poste Italiane SpA e dagli istituti bancari il 3 gennaio 2018.

Contributi previdenziali e assistenziali: conguaglio fine anno 2017

La circolare INPS 3 gennaio 2018, n. 1  fornisce indicazioni in ordine alle modalità da seguire per lo svolgimento delle operazioni di conguaglio  relative all’anno 2017, per la corretta quantificazione dell’imponibile contributivo, anche con riguardo alla misura degli elementi variabili della retribuzione, per i datori di lavoro privati non agricoli che utilizzano la dichiarazione contributiva UNIEMENS.

I datori di lavoro potranno effettuare le operazioni di conguaglio, oltre che con la denuncia di competenza del mese di dicembre 2017, anche con quella di competenza di gennaio 2018, attenendosi alle modalità indicate con riferimento alle singole fattispecie.

Considerato, inoltre, che dal 2007 i conguagli possono riguardare anche il TFR al Fondo di Tesoreria e le misure compensative, si fa presente che le relative operazioni potranno essere inserite anche nella denuncia di febbraio 2018 senza aggravio di oneri accessori.

Per alcune categorie di dipendenti pubblici, ovvero per il personale iscritto al Fondo Pensioni per le Ferrovie dello Stato e al Fondo di quiescenza ex IPOST, la sistemazione della maggiorazione del 18% prevista dall’articolo 22 della legge 29 aprile 1976, n. 177 potrà avvenire anche con la denuncia del mese di febbraio 2018.

Primo scrutinio APE Sociale: 78% dei pagamenti dal 22 dicembre

A partire dal 22 dicembre saranno effettuati i primi pagamenti, comprensivi di arretrati, per 9.839 beneficiari dellAPE Sociale, pari al 78% di coloro che hanno presentato domanda entro il 15 luglio 2017 (del totale delle 15.559 certificazioni accolte relativamente alle domande presentate entro metà luglio, sono 12.624 i soggetti che hanno presentato domanda per la prestazione).

Questo risultato è stato possibile grazie all’operazione di liquidazione straordinaria messa in atto dall’INPS a partire dall’11 dicembre.

L’Istituto continuerà nei prossimi giorni con la liquidazione delle restanti 2.785 domande di prestazione relative al primo scrutinio. I prossimi pagamenti saranno effettuati a partire dal 20 gennaio 2018.

A partire dai primi giorni di gennaio, l’INPS inizierà a liquidare anche le prestazioni destinate ai lavoratori precoci. I beneficiari riceveranno i primi pagamenti a partire dai primi di febbraio 2018.

Per quanto riguarda l’anticipo finanziario a garanzia pensionistica (APE volontario), l’Istituto è in attesa della firma degli accordi quadro fra Ministeri, ABI e ANIA. Una volta siglati gli accordi, l’INPS, entro i successivi 15 giorni, invierà al Ministero del Lavoro, per la sua approvazione, la circolare interpretativa e pubblicherà un simulatore online che consentirà agli interessati di stimare l’entità del finanziamento richiedibile.

L’informazione del pagamento degli arretrati è messa a disposizione dei cittadini, in possesso delle credenziali di accesso, tramite il servizio dedicato, scegliendo dal menu principale la voce Prestazioni e poi Pagamenti.

Mutui ipotecari: presentazione domanda per variazione tasso fisso

Si comunica che per i titolari di mutuo a tasso fisso in ammortamento, che al 1° luglio 2017 non presentino situazioni di morosità, il termine per la presentazione della domanda di variazione del tasso fisso scadrà il 29 dicembre 2017.

La domanda, qualora sussistano i requisiti per l’inoltro, deve essere presentata online attraverso il servizio dedicato.

Contributi previdenziali e assistenziali. Conguaglio fine anno 2017.

La circolare INPS 3 gennaio 2018, n. 1  fornisce indicazioni in ordine alle modalità da seguire per lo svolgimento delle operazioni di conguaglio  relative all’anno 2017, per la corretta quantificazione dell’imponibile contributivo, anche con riguardo alla misura degli elementi variabili della retribuzione, per i datori di lavoro privati non agricoli che utilizzano la dichiarazione contributiva UNIEMENS.

I datori di lavoro potranno effettuare le operazioni di conguaglio, oltre che con la denuncia di competenza del mese di dicembre 2017, anche con quella di competenza di gennaio 2018, attenendosi alle modalità indicate con riferimento alle singole fattispecie.

Considerato, inoltre, che dal 2007 i conguagli possono riguardare anche il TFR al Fondo di Tesoreria e le misure compensative, si fa presente che le relative operazioni potranno essere inserite anche nella denuncia di febbraio 2018 senza aggravio di oneri accessori.

Per alcune categorie di dipendenti pubblici, ovvero per il personale iscritto al Fondo Pensioni per le Ferrovie dello Stato e al Fondo di quiescenza ex IPOST, la sistemazione della maggiorazione del 18% prevista dall’articolo 22 della legge 29 aprile 1976, n. 177 potrà avvenire anche con la denuncia del mese di febbraio 2018.

Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo