Daily Archives: 5 ottobre 2017

Benefici fiscali per vittime del dovere e superstiti: chiarimenti

Nel messaggio 8 settembre 2017, n. 3505 l’INPS comunicava che, a partire dal 1° gennaio 2017, veniva meno il rapporto di sostituto di imposta riferito ai trattamenti pensionistici spettanti alle vittime del dovere e ai loro familiari superstiti, con conseguente impossibilità di gestire l’elaborazioni di conguaglio delle dichiarazioni 730/2017, seppure riferite al periodo di imposta del 2016.

Al fine di evitare disagi ai pensionati, in considerazione dell’imminenza del termine previsto per la conclusione delle operazioni inerenti l’assistenza, l’Istituto comunica nel messaggio 4 ottobre 2017, n. 3820 che, d’intesa con l’Agenzia dell’Entrate, ancora per quest’anno effettuerà in via straordinaria i rimborsi o le trattenute derivanti da modello 730/2017

Fondo solidarietà Bolzano-Alto Adige: domanda assegno ordinario

Nel messaggio 4 ottobre 2017, n. 3815 l’Istituto fornisce le indicazioni per la presentazione della domanda di accesso per l’assegno ordinario. La procedura è unica per tutti i fondi e consente alle aziende l’invio della domanda tramite l’apposito servizio online.

La domanda deve essere presentata esclusivamente per via telematica alla struttura INPS territorialmente competente non prima di 30 e non oltre 15 giorni dall’inizio della sospensione o riduzione dell’attività lavorativa.

Il mancato rispetto degli stessi non determina la perdita del diritto alla prestazione ma, nel caso di presentazione prima dei 30 giorni, l’irricevibilità dell’istanza e, nel caso di presentazione oltre i 15 giorni, lo slittamento del termine di decorrenza della stessa. In caso di presentazione tardiva l’eventuale trattamento di integrazione salariale non potrà aver luogo per periodi anteriori di una settimana rispetto alla data di presentazione (articolo 15, comma 3, decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 148).

Cessione quinto pensioni: aggiornamento tassi quarto trimestre 2017

La cessione del quinto della pensione è un prestito che il pensionato può ottenere da un istituto di credito e rimborsare attraverso un addebito automatico che l'INPS effettua sulla sua pensione.
Il prelievo non può superare il 20% (un quinto) dell'importo mensile della pensione.
Con il messaggio 4 ottobre 2017, n. 3821 l’Istituto riporta in dettaglio il valore dei tassi da applicare nel periodo 1° ottobre - 31 dicembre 2017 e le conseguenti variazioni dei tassi soglia del Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG).

“Long Term Care”: pubblicate le graduatorie ottobre 2017

Pubblicate le graduatorie per gli iscritti alla Gestione Unitaria prestazioni creditizie e sociali e alla Gestione Fondo ex IPOST relative al bando di concorso Long Term Care, con decorrenza 2 ottobre 2017.

Nelle graduatorie, nel rispetto della normativa sulla privacy, è indicato esclusivamente il numero di pratica INPS.

Bando “Collegi Universitari a.a. 2017/2018”: pubblicata la graduatoria

È stata pubblicata la graduatoria (pdf 594KB) dei vincitori del bando Collegi Universitari – Ospitalità Residenziale a.a. 2017/2018, redatta con l’indicazione della struttura assegnata in base alle preferenze espresse dai richiedenti.
I vincitori del concorso riceveranno apposita comunicazione da parte dell’Istituto, con l’indicazione della relativa quota a loro carico, e dovranno fornire accettazione del beneficio entro i successivi dieci giorni accedendo al servizio dedicato.

INPS su Facebook: autentificazione e certificazione delle pagine

Per favorire il dialogo con i cittadini l’INPS utilizza i social media. Su Facebook sono presenti quattro pagine tematiche:

Dal 2 ottobre 2017 ognuna di queste pagine è contrassegnata con un badge, di colore grigio su fondo bianco, raffigurante una spunta all’interno di un cerchio. Il badge ha la funzione di attestare che si tratta di una pagina autentica, ufficialmente riconducibile all’Istituto, che aderisce a una policy social media ufficiale.

È un accorgimento resosi necessario dopo un monitoraggio condotto nel 2017 su tutte le pagine Facebook che nel titolo fanno riferimento alla parola INPS.

Dall’indagine è emerso che circa 50 pagine utilizzano la denominazione e/o il logo dell’Istituto in maniera impropria. Sono pagine che spesso contengono informazioni false e diffondono notizie prive di fondamento, le cosiddette “bufale”. In alcuni casi, inoltre, su di esse si utilizza un linguaggio offensivo nei confronti dell’Istituto e delle persone che vi lavorano.

L’INPS garantisce un monitoraggio costante al fine di inviare le dovute segnalazioni ai gestori di Facebook e alla Polizia postale laddove si rinvengano gli estremi di utilizzo e comportamenti non corretti. 

Al fine di garantire la navigazione sulle pagine istituzionali dei social media, l’INPS consiglia di eseguire l’accesso dalla homepage del proprio portale.

Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo