Daily Archives: 21 settembre 2017

Direzione INPS di Chieti: nasce il Polo nazionale Arma dei Carabinieri

Gli appartenenti all’Arma dei Carabinieri sono iscritti alla cassa per i trattamenti pensionistici dei dipendenti dello Stato (CTPS). Per i carabinieri in servizio, l’Arma ha scelto di centralizzare le attività di gestione amministrativa presso il Centro Nazionale Amministrativo (CNA) di Chieti.

Il 1° agosto 2017 è stato firmato il protocollo d'intesa tra l'Istituto e il Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri per lo svolgimento delle attività di collaborazione in materia di gestione della posizione assicurativa, erogazione delle pensioni del personale militare, liquidazione del trattamento di fine servizio e di concessione di prestiti.

La circolare INPS 19 settembre 2017, n. 131 informa che dal il 1° Ottobre 2017 viene costituito il Polo nazionale Arma dei Carabinieri presso la Direzione provinciale INPS di Chieti e, nell’ambito dell’Agenzia Flussi Contributivi e dell’Agenzia Prestazioni e Servizi Individuali, due specifici moduli organizzativi: Unità Organizzativa “Polo Gestione Posizione Assicurativa Arma dei Carabinieri”; Linea di prodotto servizio “Polo Prestazioni Pensionistiche e Previdenziali - Gestione piccoli prestiti e prestiti pluriennali Arma dei Carabinieri”.

SIA: modifiche alla disciplina in materia di condizionalità

Il messaggio 20 settembre 2017, n. 3613 fornisce le indicazioni operative in merito alle modifiche riguardanti la disciplina del Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) in materia di condizionalità.

L’articolo 6, comma 1, decreto 26 luglio 2017 introduce, per i beneficiari del Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA) residenti nei comuni colpiti dagli eventi sismici del 2016 e del 2017, una deroga al principio della condizionalità, sancito nell’articolo 7, decreto 26 maggio 2016.

La mancata sottoscrizione del progetto comunicata in data successiva al 17 agosto 2017 da parte dei componenti del nucleo familiare beneficiario del Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA), così come la violazione degli obblighi derivanti dallo stesso progetto, non comportano l’esclusione dal beneficio.

Il messaggio fornisce un’ulteriore precisazione valida per l’intero territorio nazionale, che riguarda la facoltà dei comuni di derogare ai tempi per la predisposizione dei progetti personalizzati di presa in carico, senza pregiudizio sull’erogazione del beneficio economico.

  Tutte le domande di SIA già sospese a causa del mancato invio della notizia della sottoscrizione del progetto personalizzato sono state rimesse in pagamento.

Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni (CIG) agosto 2017

Pubblicato l’Osservatorio Cassa Integrazione Guadagni agosto 2017. Il numero di ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate ad agosto 2017 è pari a 19,6 milioni. Si registra una diminuzione del 36,6% rispetto alle ore autorizzare ad agosto 2016 (30,9 milioni).

Nel dettaglio, le ore autorizzate per gli interventi di:

  • Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO) sono 6,2 milioni, in diminuzione del 19,4% rispetto ad agosto 2016 (7,7 milioni);
  • Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS) sono 11,7 milioni, in diminuzione del 37,2% rispetto ad agosto 2016 (18,6 milioni);
  • Cassa Integrazione Guadagni in Deroga (CIGD) sono 1,7 milioni, in diminuzione del 63,0% rispetto ad agosto 2016 (4,6 milioni).

Le domande presentate per eventi di disoccupazione e mobilità a luglio 2017 sono 251.515, registrando un aumento rispetto a luglio 2016 (237.298).

Nel dettaglio:

  • 251.074 domande di NASpI;
  • 81 domande di mobilità;
  • 344 domande di disoccupazione;
  • 13 domande di ASpl;
  • 3 domande di mini ASpl.

In allegato (pdf 1,16 Mb) all’Osservatorio sulla Cassa Integrazione Guadagni (CIG) è pubblicato l’aggiornamento del tasso di utilizzo del numero delle ore di CIG autorizzate (cosiddetto "tiraggio").

Pubblicato l’Osservatorio sul precariato luglio 2017

I dati dell’Osservatorio sul precariato (pdf 674KB) relativi a luglio 2017 registrano nel settore privato, nei primi sette mesi del 2017, un saldo tra assunzioni e cessazioni pari a +1 milione, superiore a quello dei corrispondenti periodi del 2016 (+825mila) e del 2015 (+930mila).

 

Su base annua, il saldo consente di misurare la variazione tendenziale delle posizioni di lavoro. Il saldo annualizzato (vale a dire la differenza tra assunzioni e cessazioni negli ultimi 12 mesi) a luglio 2017, risulta positivo e pari a +571mila, in crescita continua da inizio anno.

 

Tale risultato cumula la crescita tendenziale dei contratti a tempo indeterminato (+18mila), dei contratti di apprendistato (+52mila) e, soprattutto, dei contratti a tempo determinato (+501mila, inclusi i contratti stagionali). Queste tendenze, in linea con le dinamiche osservate nei mesi precedenti, attestano il proseguimento della fase di ripresa occupazionale.

 

Complessivamente le assunzioni, riferite ai soli datori di lavoro privati, nei mesi gennaio-luglio 2017 sono risultate 4 milioni, in aumento del 18,5% rispetto a gennaio-luglio 2017. Il maggior contributo è dato dalle assunzioni a tempo determinato (+25,9%) e dall’apprendistato (+25,9%) mentre sono diminuite quelle a tempo indeterminato (-4,6%: calo rispetto al 2016 interamente imputabile alle assunzioni a part time).

 

In base alla retribuzione mensile, si registra, per le assunzioni a tempo indeterminato intervenute a gennaio-luglio 2017, una riduzione della quota di retribuzioni inferiori a 1.750 euro (54,8% contro 57,8% di gennaio-luglio 2016).

Nel periodo gennaio-luglio 2017 sono stati incentivati 32mila rapporti di lavoro nell’ambito del programma “Garanzia Giovani” e 68mila rapporti di lavoro (54mila assunzioni e 14mila trasformazioni) nell’ambito della misura “Occupazione Sud”.

INPS: incarichi dirigenziali seconda fascia per posti funzione vacanti

A seguito della ridefinizione degli assetti organizzativi delle strutture centrali e territoriali dell’Istituto, con determinazione direttoriale n. 2 del 30 gennaio 2017 sono state attribuite le aree dirigenziali di seconda fascia alle strutture centrali e territoriali e sono stati conferiti ai dirigenti i relativi incarichi.

Dopo una prima fase di sperimentazione, è stato rideterminato il numero delle aree dirigenziali di seconda fascia per meglio garantire l’attuazione del nuovo assetto organizzativo (determinazioni direttoriali n. 52 del 5 giugno 2017 e n. 137 del 21 luglio 2017).

Ora l’Istituto intende avviare, su base nazionale, la procedura di conferimento degli incarichi dirigenziali non generali per la copertura dei posti funzione di nuova istituzione e di quelli ancora vacanti.

I posti funzione disponibili e la loro dislocazione territoriale, le competenze richieste per l’Area manageriale oggetto di interpello nonché i criteri e le modalità di conferimento degli incarichi dirigenziali sono specificati nel messaggio 3601 del 19 settembre 2017.

Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo