Daily Archives: 11 agosto 2017

Migranti, Codice di condotta del Viminale: 5 le Ong firmatarie

Migranti, Codice di condotta del Viminale: 5 le Ong firmatarie

Anche l'Organizzazione non governativa SOS Mediterranee ha sottoscritto l'accordo per le operazioni di salvataggio dei migranti in mare. Ecco chi ha sottoscritto il documento che fissa le 13 regole: SCHEDA 

Sfida divieto e rischia di annegare: rischia mille euro di multa

Sfida divieto e rischia di annegare: rischia mille euro di multa

Un turista di Novara si è tuffato in mare a Sestri Levante nonostante il divieto di accesso alla spiaggia a causa di una violenta mareggiata. Potrebbe essere sanzionato

Inchiesta Consip: indagato Silvio Gizzi, ad di Grandi Stazioni

Inchiesta Consip: indagato Silvio Gizzi, ad di Grandi Stazioni

Il nome è nella richiesta di proroga delle indagini che nei giorni scorsi è stata notificata alle parti. Tra gli altri, anche l’ex ad e un dirigente della Centrale Unica. Sulla società controllata da Ferrovie dello Stato era stato avviato un filone d’indagine a maggio

Scritte omofobe sui muri, scuola di danza di Roma costretta a chiudere

Scritte omofobe sui muri, scuola di danza di Roma costretta a chiudere

“Mi auguro che non accada ad altri quello che oggi è accaduto a noi! Perché tutto questo credetemi fa veramente male!” scrivono su Facebook i gestori del centro, che pubblicano le immagini degli insulti

Cilento, 51enne muore in mare nel tentativo di salvare la figlia

Cilento, 51enne muore in mare nel tentativo di salvare la figlia

L'uomo ha perso la vita dopo essersi tuffato in soccorso della giovane, in difficoltà a causa delle condizioni delle acque. Nelle operazioni di recupero sono rimasti feriti tre militari

Faida Gargano, folla ai funerali dei contadini uccisi

Faida Gargano, folla ai funerali dei contadini uccisi

Tantissime persone per l’ultimo saluto a Luigi e Aurelio Luciani, uccisi a colpi di arma da fuoco perché testimoni scomodi dell'assassinio del boss. “Perché è successo a noi? Non abbiamo risposte" dice il parroco

Trovati resti umani sul ghiacciaio del Monte Bianco

Trovati resti umani sul ghiacciaio del Monte Bianco

In base all'analisi degli elementi rinvenuti, si dovrebbe trattare di un alpinista scomparso negli anni Ottanta

Nave anti-migranti in avaria, il soccorso in mare arriva da una Ong

Nave anti-migranti in avaria, il soccorso in mare arriva da una Ong

L’imbarcazione C-Star di Defende Europe ha avuto un guasto al motore principale tra la Tunisia e la Libia. In aiuto la nave dell’organizzazione Sea Eye , dirottata nella zona dal Centro di coordinamento

?Fondi per la Cultura: ecco dove e a chi spetteranno

Fondazioni e Istituzioni liriche, Teatri stabili di iniziativa pubblica e 37 iniziative di importanza rilevante nel territorio

Agguato Gargano, l’autopsia conferma: contadini inseguiti e uccisi

Agguato Gargano, l'autopsia conferma: contadini inseguiti e uccisi

Il presunto boss Mario Luciano Romito e suo cognato sono stati freddati sul posto con due fucilate alla nuca. Per Romito il questore di Foggia ha vietato i funerali pubblici 

Publiacqua a caccia di perdite: consumo anomalo per 5000 litri al giorno

Si tratterebbe di "Un lavoro certosino"

Chi cerca lavoro può richiedere uno o più voucher

Entro il 10 settembre, per la propria formazione

Coldiretti, in Lombardia danni per 100 milioni a causa del maltempo

Coldiretti, in Lombardia danni per 100 milioni a causa del maltempo

Colpita soprattutto la zona del bresciano, dove una tromba d'aria e la grandine hanno sventrato serre e causato problemi alla raccolta dell'uva. A livello nazionale i danni per le anomalie climatiche salgono a 2 miliardi

Migranti, giudice condanna governo: "Cie è danno all’immagine di Bari"

Migranti, giudice condanna governo: "Cie è danno all'immagine di Bari"

La sentenza della prima sezione civile del tribunale ha stabilito che la Presidenza del Consiglio e il ministero dell'Interno dovranno versare un risarcimento di 30mila euro per i danni arrecati alla città dalla presenza del centro

Parole chiave: migranti cie bari

Ancora maltempo al Nord. Ferragosto all’insegna del sole

Ancora maltempo al Nord. Ferragosto all’insegna del sole

Allerta per un vortice nordatlantico tra Francia, Germania e Italia. Da domani temperature in calo in tutta la Penisola. Cieli sereni a Ferragosto con il termometro in lieve rialzo ma con valori nella norma. Nella notte è arrivata la neve in Val d’Aosta (LE PREVISIONI )

Antitrust: multa da 3,6 milioni di euro ad Atac per corse cancellate

Antitrust: multa da 3,6 milioni di euro ad Atac per corse cancellate

Troppe corse soppresse e mancanza di informazioni ai viaggiatori. L’istruttoria è stata avviata a novembre scorso. Altroconsumo minaccia azioni legali

AFRICA/CENTRAFRICA – I leader religiosi: “Giusta la richiesta della popolazione di Bangassou di ritirare i Caschi Blu marocchini”


Bangui - La popolazione di Bangassou chiede il ritiro del contingente marocchini di Caschi Blu dispiegato in questa città nel sud-est della Repubblica Centrafricana.
“La richiesta della popolazione è fondata e conferma quella di Mons. Aguirre, Vescovo di Bangassou” ha affermato l’Imam Oumar Kobine Layama, leader della Piattaforma delle Confessioni Religiose del Centrafrica che ha fatto parte di una delegazione proveniente dalla capitale Bangui, che ha condotto un’inchiesta sulla situazione a Bangassou e dintorni. La delegazione era composta da diverse personalità della politica e dell’amministrazione statale e di rappresentanti della società civile.
Come denunciato all’Agenzia Fides da Sua Ecc. Mons. Juan José Aguirre Muños, Vescovo di Bangassou, i soldati della MINUSCA , dispiegati nell’area “hanno il grilletto facile” e quando sono vittime di agguati rispondono sparando indiscriminatamente colpendo anche i civili .
“La popolazione è testimone e vittima delle azioni condotte nella città di Bangassou dai militari del contingente marocchino” ha rimarcato l’Imam Layama. “La popolazione non vuole che il contingente resti a Bangassou perché i suoi componenti hanno fallito la loro missione di protezione dei civili. Sono inattivi e soprattutto passivi quando sono attaccati dai miliziani. Secondo le dichiarazioni di alcune persone, i militari marocchini sono la causa di diversi casi di assassinio perché sparano a bruciapelo sui civili che vengono qualificati come miliziani” ha proseguito l’Imam.
Bangassou e dintorni sono al centro di scontri tra gli ex ribelli Seleka e i miliziani Anti Balaka, da quando sono stati ritirati i militari ugandesi e statunitensi inviati in zona per dare la caccia Joseph Koni, capo del Lord’s Resistance Army . Da mesi la cattedrale di Bangassou ospita circa duemila cittadini musulmani minacciati di morte dagli Anti Balaka .

"Città sicure", 3 giorni di blitz polizia in tutta Italia: 50 arresti

"Città sicure", 3 giorni di blitz polizia in tutta Italia: 50 arresti

L'operazione, eseguita tra 7 e 9 agosto, ha coinvolto 13 città vedendo impiegati migliaia di agenti: oltre agli arresti, il bilancio ha fatto segnare anche 138 denunce per reati di vario tipo

AFRICA/RD CONGO – Due progetti d’urgenza nelle province dell’ex Katanga dove sono raddoppiati gli sfollati

Kalemie - Secondo il rapporto OCHA, in marzo erano circa 450 mila gli sfollati della provincia del Tanganyika, la più colpita tra le quattro province dell’ex Katanga dal conflitto Luba-Pigmei in corso dal 2016. A Kalemie, capoluogo di provincia, su dieci persone, sei sono sfollate. Per fare fronte al fenomeno, la ong Avis ha avviato un primo progetto per garantire educazione di qualità a 15 mila bambini di Kalemie che hanno perso tutto. Il rogetto prevede corsi di recupero, sostegno economico alle scuole situate accanto ai campi di sfollati perché possano accogliere nelle classi i nuovi arrivati, formazione a insegnanti e direttori. E poi materiali scolastici, palloni e giochi per i momenti di svago e kit per gli insegnanti. L’altro progetto di urgenza in corso di realizzazione è RRMP, acronimo per Risposta Rapida ai Movimenti di Popolazione. Si articola in sei mesi e punta a raggiungere gli sfollati nelle zone più impervie delle quattro province dell’ex-Katanga , dove altri progetti non riescono ad arrivare. L’obiettivo è fornire assistenza a chi è sfollato da meno di tre mesi: beni di prima necessità, interventi nel settore dell’educazione, della salute e dell’igiene in collaborazione con International Rescue Committee .

AMERICA/STATI UNITI – Grazie all’intervento di Mons. Seitz una donna messicana potrà rimanere negli USA accanto alla figlia malata

El Paso – Una donna messicana, madre di tre figli, che rischiava di essere deportata, è stata autorizzata a rimanere negli Stati Uniti per altri sei mesi, dopo che Sua Ecc. Mons. Mark J. Seitz, Vescovo di El Paso, Texas e altri leader religiosi sono intervenuti a suo favore.
María Elena De Loera, ha ricevuto un permesso per "motivi umanitari" per rimanere nel Paese per sei mesi in modo da poter assistere la figlia di otto anni Alia nelle cure mediche per il cancro.
Questa è la terza volta che a De Loera viene concesso il permesso negli ultimi due anni, dopo che ha chiesto l'asilo negli Stati Uniti nel 2014, sostenendo che temeva per la sicurezza dei suoi figli dopo l'omicidio del marito in Messico. Mesi dopo la richiesta d'asilo, alla figlia più giovane è stata diagnosticata con cancro. Alla madre, è stata concessa la possibilità di rimanere negli USA nel 2015 mentre la figlia veniva curata, ma doveva rinnovare ogni anno questo permesso, cosa che non è accaduto questo anno, per questo si è reso necessario l'intervento di Mons. Seitz, e di altri leader religiosi .

Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo