Daily Archives: 10 agosto 2017

Chiarimenti sui benefici fiscali per vittime del dovere e superstiti

Nell’ambito dei benefici fiscali di cui all’art. 1, comma 211, legge 11 dicembre 2016, n. 232 in favore delle vittime del dovere o equiparati e dei loro superstiti, il messaggio 10 agosto 2017, n. 3274 fornisce chiarimenti sulla corretta applicazione dell’esenzione fiscale.

Si precisa che il beneficio prescinde dal grado d’invalidità riportato a seguito dell’evento e va applicato esclusivamente ai trattamenti pensionistici di privilegio, correlandolo pertanto alla situazione di servizio che ha dato luogo al riconoscimento dello stato di vittima del dovere o equiparato.

Incentivo occupazione sud: prorogati i termini per recupero importi

L’incentivo occupazione sud, o “bonus sud”, istituito con la legge 11 dicembre 2016, n. 232 (legge di bilancio 2017) e regolamentato con circolare INPS 1° marzo 2017, n. 41, è un incentivo riservato alle imprese del sud Italia per l’assunzione a tempo indeterminato o in apprendistato di giovani disoccupati.
Con il messaggio 10 agosto 2017, n. 3272, l’INPS comunica che, a causa di alcuni ritardi nell’aggiornamento degli archivi dell’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro (ANPAL),  concernenti lo stato di disoccupazione dei lavoratori, sono stati prorogati i termini per il recupero degli importi relativi all'incentivo occupazione sud al fine di agevolare i datori di lavoro nel recupero delle somme spettanti.

Fondo di solidarietà bilaterale: Bolzano-Alto Adige

La circolare INPS 9 agosto 2017, n.125 illustra la disciplina del Fondo di solidarietà della provincia di Bolzano-Alto Adige (decreto interministeriale 20 dicembre 2016, n. 98187). Il Fondo garantisce una tutela del reddito, tramite assegno ordinario, ai lavoratori dipendenti:

  • di datori di lavoro con almeno il 75% dei propri dipendenti occupati in unità produttive ubicate nella Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige;
  • appartenenti a settori che non rientrano nell’ambito di applicazione della cassa integrazione guadagni;
  • per i quali non siano stati costituiti fondi di solidarietà in base agli articoli 26 e 27, decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 148.

Le domande di accesso all’assegno ordinario devono essere presentate alla struttura territoriale di Bolzano non prima di 30 giorni e non oltre il termine di 15 giorni dall’inizio della sospensione o riduzione dell’attività lavorativa.

In caso di presentazione prima dei 30 giorni, l’irricevibilità della stessa e nel caso di presentazione oltre i 15 giorni, si verificherà uno slittamento del termine di decorrenza della prestazione.

Assegno straordinario fondi di solidarietà: chiarimenti

Il messaggio 9 agosto 2017, n. 3267, relativamente all’assegno straordinario dei fondi di solidarietà per il sostegno del reddito, recepisce quanto disposto dal decreto interministeriale 3 aprile 2017, n. 98998, in attuazione della legge di bilancio 2017, in merito alla durata massima e alla riduzione del contributo straordinario a carico dei datori di lavoro.

Per le nuove decorrenze di assegno straordinario del Fondo Credito e Fondo Credito Cooperativo comprese nel periodo 2017/2019 (l’ultima decorrenza ammessa è il 1° dicembre 2019 con risoluzione del rapporto di lavoro il 30 novembre 2019), il periodo massimo di permanenza nel fondo di solidarietà è di sette anni.

Il messaggio comunica, inoltre, la riduzione del contributo straordinario a carico dei datori di lavoro, compresa la contribuzione correlata, per le nuove decorrenze di assegno straordinario erogato dai settori destinatari dei fondi di solidarietà, nel triennio 2017/2019 ed entro il limite massimo complessivo di 25mila lavoratori.

Polo unico per le visite fiscali: prime indicazioni operative

In attuazione del decreto legislativo 27 maggio 2017, n. 75, il 1° settembre 2017 entrerà in vigore il Polo unico per le visite fiscali che attribuisce all’INPS la competenza esclusiva a effettuare visite mediche di controllo sia su richiesta delle pubbliche amministrazioni, in qualità di datori di lavoro, sia d’ufficio.

Il decreto prevede anche la revisione della disciplina del rapporto tra INPS e medici di medicina fiscale, da regolamentare mediante apposite convenzioni.

Un ulteriore decreto ministeriale procederà all’armonizzazione della disciplina dei settori pubblico e privato in materia di fasce orarie di reperibilità e alla definizione delle modalità per lo svolgimento degli accertamenti medico legali.

Con il messaggio 9 agosto 2017, n. 3265 l’INPS fornisce le prime indicazioni operative su:

  • categorie di dipendenti pubblici interessati;
  • budget complessivo stanziato per il Polo unico per l’anno 2017;
  • disposizione d’ufficio e assegnazione delle visite mediche domiciliari;
  • gestione delle visite mediche di controllo nei casi di infortunio sul lavoro e malattia professionale;
  • gestione della reperibilità e assenza del lavoratore;
  • dotazione e distribuzione attuale di medici fiscali;
  • procedure per richiedere le visite mediche di controllo da parte delle pubbliche amministrazioni;
  • compiti e funzioni degli uffici amministrativi e delle Unità Operative Complesse (UOC) e Unità Operative Semplici Territoriali (UOST) delle strutture territoriali competenti.
Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo