Daily Archives: 16 giugno 2017

Russia Warns US-IS-IS, Again

I can't even count the number of times the alarm has been sounded by the Russian Federation and its Foreign Minister, Mr. Sergey Lavrov, that US-Israeli support of, and participation in worldwide terrorism can only culminate in disaster if not all out world war. The US refuses to respond with any solution or compromise that may benefit all parties

Esercizi storici e flussi turistici: basterebbe una strategia comune

L’Associazione Esercizi Storici e Tipici di Firenze: “No al consumo di Firenze che ne stravolge gli equilibri. I flussi turistici vanno gestiti e non subiti. Tutela per le attività tradizionali”

Rivoluzione 4.0 per le industrie in Toscana: Bandi e Servizi

La Toscana spinge il maggior numero di imprese toscane a modernizzarsi e a digitalizzarsi, ad abbracciare Industria 4.0

Parents in the dog house after ‘Scooby Snacks’ mix-up

Dozens of horrified New Zealand parents accidentally feed their children treats meant for dogs.

Meteo: oggi caldo record, temperature più miti nel weekend

Meteo: oggi caldo record, temperature più miti nel weekend

L'afa continua venerdì 16 ma poi lascerà la Penisola nel fine settimana: domenica le massime non saranno superiori a 24-27°C

Catania, abbandona il cane dopo lite coi vicini: denunciata

Catania, abbandona il cane dopo lite coi vicini: denunciata

Legato a un palo della segnaletica stradale senza cibo ne acqua, la polizia di Catania è riuscita a salvare l'animale grazie alle segnalazioni di alcuni cittadini

#NoPanic, i consigli di Samantha Cristoforetti per la maturità

#NoPanic, i consigli di Samantha Cristoforetti per la maturità

Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ha chiesto all'astronauta alcuni consigli per i maturandi. Tre parole chiave: motivazione, serenità, consapevolezza. IL VIDEO

Voucher, sono tornati: migliaia di toscani verso Roma

?Angelini: “Si consente l’uso dei buoni lavoro praticamente in tutti i settori e in tutte le imprese al di sopra dei 5 dipendenti a tempo indeterminato, cioè il 90% delle imprese italiane”

Esplosione Milano, genitori delle vittime: “Perché i nostri figli?”

Esplosione Milano, genitori delle vittime: “Perché i nostri figli?”

I parenti di Riccardo Meglianesi e Chiara Magnamassa, morti il 12 giugno 2016 nell’esplosione della palazzina di via Brioschi, hanno depositato una lettera nel processo a Giuseppe Pellicanò, accusato di strage e devastazione 

Sciopero dei trasporti: caos a Roma, disagi contenuti a Milano. FOTO

Sciopero dei trasporti: caos a Roma, disagi contenuti a Milano. FOTO

La mobilitazione di venerdì 16 giugno sta creando grossi problemi nella capitale, dove sono ferme le metropolitane e alcune linee ferroviarie. Nel capoluogo lombardo è chiusa solo la M5, mentre viaggiano quasi regolarmente i mezzi di superficie. LA FOTOGALLERY

AFRICA/EGITTO – Vescovo copto: proporre una legge per abolire i nomi stranieri è un’occupazione da perditempo

Il Cairo – Crescono in Egitto le polemiche, e anche il sarcasmo, sulla proposta di legge presentata martedì 13 giugno al Parlamento egiziano per vietare il conferimento di nomi occidentali e “stranieri” ai neonati egiziani. Sulla vicenda è intervenuto anche Il Vescovo copto ortodosso Raphael, Segretario del Santo Sinodo della Chiesa copta ortodossa, facendo notare che l'iniziativa sembra partorita da persone sfaccendate, le quali non hanno niente di più urgente da fare che mettersi a discutere sui nomi da dare ai neonati.
La proposta di legge chiede di sanzionare con multe o addirittura con l'arresto fino a sei mesi coloro che conferiscono ai propri neonati nomi non arabi e di provenienza straniera. “"Dare quei nomi ai bambini, e abbandonare quelli arabi” ha affermato Bedier Abdel Aziz, deputato promotore della legge presentata in Parlamento “ci porterà verso una perdita delle nostre radici sociali e culturali”. .

Formiche nel letto, blitz dei Nas all’ospedale di Napoli

Formiche nel letto, blitz dei Nas all'ospedale di Napoli

Verifiche dei carabinieri nella struttura in cui una paziente era stata fotografata attorniata dagli insetti. Al momento non ci sarebbe alcun reato ipotizzato

Pavia: tre studenti denunciati per assalto alla scuola

Pavia: tre studenti denunciati per assalto alla scuola

L'8 giugno, ultimo giorno di lezione, un gruppo di ragazzi di un altro istituto ha cercato di fare irruzione nel Liceo Copernico. Identificati grazie ai filmati postati sui social

Parole chiave: cronaca pavia scuola

Nepal steps up to measure Mount Everest

World's tallest mountain may have changed in height since the 2015 earthquake.

ASIA/FILIPPINE – I 500 anni dell’arrivo del Vangelo nelle Filippine: un tempo per la missione

Manila – E’ in pieno svolgimento in tutto il paese la preparazione per celebrare il 500mo anniversario dell’arrivo del Vangelo nelle Filippine : “Per prepararsi adeguatamente a questo importante appuntamento, la Chiesa nelle Filippine ha disposto un ciclo di nove anni che culmineranno con l’Anno santo dell’anniversario, il 2021” spiega all'Agenzia Fides S.E. Mons Socrates C. Mesiona, Vicario Apostolico di Puerto Princesa, sull’isola filippina di Palawan.
“Furono i missionari spagnoli a portare la fede cristiana nelle Filippine 500 anni fa e oggi il paese con la popolazione cattolica più ampia in Asia ha 86 diocesi” ricorda il Vescovo.
L'evento sarà l'occasione per rilanciare il carattere missionario della Chiesa filippina: “Abbiamo ricevuto il dono della fede cristiana attraverso i missionari che sono venuti nella nostra terra; ora i battezzati delle Filippine sono chiamati a donarla agli altri” spiega il presule, che è tuttora Direttore nazionale delle Pontificie Opere Missionarie nelle Filippine e Segretario esecutivo della Commissione episcopale per le missioni.
È interessante notare – ricorda il Vescovo – che “migliaia di sacerdoti, religiosi e laici cattolici filippini sono già adesso missionari in tutto il mondo. Tra le congregazioni che inviano continuamente missionari all'estero vi sono la Società Missionaria delle Filippine , i Laici Missionari delle Filippine , e centinaia di altri istituti e ordini religiosi nati localmente, impegnati in quelle aree dove la predicazione del Vangelo è una grande sfida a causa dei delicati contesti socio-politici”.
La Chiesa filippina, nelle sue diverse articolazioni, ha intensificato i programmi di animazione missionaria e di formazione missionaria per sacerdoti, religiosi, catechisti, insegnanti, laici, con l’intento di “promuovere e sensibilizzare il Popolo di Dio, a partire da bambini e giovani” conferma a Fides Antony Dameg S. Ward, coordinatore della formazione nelle Pontificie Opere Missionarie delle Filippine. “Rendere consapevole ogni battezzato della sua vocazione missionaria è molto importante: la Chiesa nelle Filippine lo sta facendo in questo periodo di nove anni di preparazione alla solenne commemorazione dei 500 anni dell'arrivo del cristianesimo nel nostro paese: il 2021 sarà infatti per la nazione l’Anno della Missio Ad Gentes”, conclude Mons. Mesiona.

ASIA/IRAQ – Kurdistan iracheno, gli “indipendentisti” cercano l’appoggio dei cristiani

Erbil – Masrour Barzani, capo dell'intelligence della Regione autonoma del Kurdistan iracheno e figlio del Presidente Masud, ha voluto incontrare una delegazione di rappresentanti delle Chiese più radicate nella regione, comprendente il redentorista Bashar Warda, Arcivescovo caldeo di Erbil, e Mar Nicodemus Daud Matti Sharaf, Vescovo siro ortodosso di Mosul. Durante l'incontro, avvenuto martedì 13 giugno a Erbil, sono stati presi in considerazione i problemi da affrontare con più urgenza nelle aree nord-irachene liberate dal controllo dei jihadisti dello Stato Islamico e ci si è soffermati a considerare il futuro assetto politico della regione, alla luce anche del referendum – annunciato dai leader curdi della Regione autonoma del Kurdistan iracheno per il prossimo 25 settembre – che dovrebbe sancire la completa indipendenza di quella Regione autonoma dall'Iraq. Durante l'incontro – riferiscono fonti del Partito democratico del Kurdistan – Masrour Barzani ha rivendicato il ruolo giocato dalla Regione autonoma del Kurdistan e dal suo governo nell'accoglienza riservata alle decine di migliaia di cristiani fuggiti soprattutto da Mosul e dalla Piana di Ninive, quando quella regione dell'Iraq è caduta in mano a Daesh. Masrour ha riaffermato la volontà di difendere in futuro da ogni discriminazione settaria la convivenza tra le diverse componenti etniche e religiose della popolazione anche nel futuro Kurdistan indipendente. A tale riguardo, il figlio di Masud Barzani ha anche fatto cenno alla disponibilità della leadership curda di Erbil a riconoscere ampie prerogative di autonomia e di auto-gestione ai territori della Provincia di Ninive dove sono storicamente più radicate le Chiese e le comunità cristiane locali, in modo che i diritti personali e comunitari di tutti siano pienamente tutelati.
La prospettiva di una secessione unilaterale del Kurdistan iracheno, e la sua trasformazione in entità statale indipendente, chiama in causa anche le comunità cristiane della regione. Si manifesta con sempre più evidenza l'intenzione delle forze del Kurdistan iracheno di guadagnare l'appoggio delle sigle politiche cristiane locali al disegno indipendentista, offrendo in cambio la promessa dell'autonomia amministrativa all'area della Piana di Ninive. Il fronte delle forze e dei partiti curdi non appare comunque compatto circa le modalità di svolgimento e le finalità del referendum, e questo potrebbe compromettere la sua effettiva attuazione. Secondo alcuni parlamentari e politici curdi, il referendum dovrebbe tenersi solo nelle cosidette “aree contese”, visto che appare scontato l'appoggio all'indipendenza da parte delle popolazioni già sottoposte al governo della Regione autonoma del Kurdistan iracheno. Di recente, anche il Governatore di Kirkuk Najmiddin Karim, capo della Unione Patriottica del Kurdistan, ha chiesto che il referendum per la proclamazione d'indipendenza del Kurdistan iracheno coinvolga anche gli abitanti della provincia di Kirkuk, spogliata a suo giudizio di “diritti costituzionali, legali e amministrativi” da parte del governo centrale di Baghdad. .

ORGANIZZAZIONE DEDITA A USURA E ESTORSIONE : 17 ARRESTI E SEQUESTRI PER 16.5MLN

Roma - Dalle prime luci dell’alba, i Finanzieri del Comando Provinciale di Roma stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 17 soggetti, per i reati di associazione a delinquere, usura, estorsione, abusivismo finanziario, reimpiego di capitali illeciti, trasferimento fraudol

Calca Torino, dopo la morte di Erika si indaga per omicidio colposo

Calca Torino, dopo la morte di Erika si indaga per omicidio colposo

Il reato si aggiunge a quello di lesioni personali plurime gravi e gravissime contenuto nel fascicolo aperto dopo la ressa del 3 giugno in piazza San Carlo. La Procura ha inoltre bloccato l’espianto degli organi della 38enne di Domodossola per ulteriori accertamenti

AFRICA/SUDAFRICA – Duecento anni di fede cristiana: Cape Town apre le celebrazioni

Cape Town – Il 7 giugno 1818 Papa Pio VII eresse il Vicariato apostolico del Capo di Buona Speranza e Territori adiacenti, stabilendo quindi la prima presenza ufficiale della Chiesa cattolica in Sudafrica. In duecento anni la Chiesa cattolica in Sudafrica, che ha avuto le sue origini nell’attuale Cape Town, è cresciuta e si è estesa: conta oggi 28 diocesi e un Vicariato apostolico riuniti nella Southern African Catholic Bishops’ Conference , che include Sudafrica, Botswana e Swaziland.
Come scrive Mons. Clifford Stokes, Vicario generale dell’Arcidiocesi di Cape Town, in un approfondito documento pubblicato dalla SACBC, pervenuto all’Agenzia Fides, che ripercorre le tappe fondamentali di questi due secoli, le celebrazioni del bicentenario saranno inaugurate con una solenne Messa di ringraziamento nella Cattedrale di Our Lady of the Flight into Egypt, domenica 25 giugno. “Durante questa Messa di Ringraziamento, sarà reso omaggio ai contributi generosi di quei primi eroici pionieri, sacerdoti, religiosi e laici, provenienti da terre lontane, attraverso la cui dedizione e gli sforzi infaticabili, i semi della Chiesa furono piantati per la prima volta nel Capo di Buona Speranza, come era allora noto, e in tutto il Sudafrica” scrive mons. Stokes.
“Abbiamo un immenso debito di gratitudine che non potrà mai essere espresso in modo adeguato verso tante congregazioni religiose per aver avviato le scuole nella nostra Arcidiocesi e in tutto il Sudafrica, e per il loro prezioso contributo nel campo dell'educazione durante questi due secoli. Dobbiamo molto – prosegue il Vicario generale - anche a quei membri di congregazioni religiose che hanno istituito ospedali e ospizi per i malati e per i moribondi, e anche per coloro che hanno il carisma di servire i poveri e gli anziani”. Alla processione offertoriale durante questa Messa di ringrazimento, saranno portati all’altare i simboli dei loro contributi alla Chiesa Sudafricana.
Per ricordare “l’eroico contributo di quanti hanno portato la luce del Vangelo in questa terra, nonostante difficoltà e ostacoli”, ogni Vecovo riceverà una candela decorata in modo particolare, da collocare durante il bicentenario nella propria Cattedrale, in un luogo ben visibile. Ad ogni parroco sarà consegnata copia del decreto di istituzione del Vicariato
Per i prossimi mesi diverse iniziative sono state già stabilite e altre sono allo studio, sia a livello dell’arcidiocesi che delle singole parrocchie. Saranno coinvolti anche gli studenti delle scuole e i giovani. La chiusura del bicentenario è fissata a domenica 10 giugno 2018, in ogni Cattedrtale, parrocchia e stazione missionaria del Sudafrica.

AMERICA/HONDURAS – Lanciata Campagna di prevenzione del virus Zika

Tegucigalpa – Per evitare il rischio di contrarre il virus Zika nelle donne in gravidanza, il ministero della Sanità dell’Honduras, in collaborazione con alcune Organizzazioni internazionali, ha lanciato la campagna "Mamma sicura, bambino sicuro da Zika". Il virus viene diffuso attraverso le punture di zanzare infette, procura febbre e sfoghi cutanei, e si sospetta che nelle donne incinte sia responsabile di malformazioni nel feto.
“Si tratta di una campagna di comunicazione rivolta in primo luogo alle donne in gravidanza e ai loro partner, e alle donne in età riproduttiva. In seguito, attraverso diversi canali, vogliamo raggiungere anche tutta la popolazione" ha detto Alberto Vásquez, responsabile della campagna. "Il primo giugno è stata lanciata la campagna a livello nazionale e si prevede di essere presenti su tutti i media dopo il primo mese” ha Vásquez.
Nella nota inviata da "FidesDigital" Honduras, si informa che secondo il ministero della Sanità, dall'inizio dell'epidemia, nel 2016, in Honduras ci sono stati più di 19.000 casi sospetti di Zika, di cui 209 in questo anno e 8 si sono verificati nelle donne in gravidanza. I Comuni con più casi sono: San Pedro Sula, Tegucigalpa, Puerto Cortés, Santa Barbara, Olanchito, El Progreso e Sinuapa.

Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo