Daily Archives: 13 giugno 2017

Pisa, gioielliere reagisce a rapina e uccide bandito. Complice in fuga

Pisa, gioielliere reagisce a rapina e uccide bandito. Complice in fuga

Secondo la prima ricostruzione un rapinatore sarebbe stato ucciso mentre un suo complice sarebbe riuscito a mettersi in fuga. I due sarebbero stati armati, ma non è noto se le armi fossero vere

Parole chiave: rapina gioeilleria pisa

Salento, scontro tra due treni. Fs: "Uno era partito col rosso". FOTO

Salento, scontro tra due treni. Fs: "Uno era partito col rosso". FOTO

Una decina i feriti, nessuno in gravi condizioni. L'incidente si è verificato tra Galugnano e San Donato su una tratta a binario unico. Un anno fa la strage tra Andria e Corato

Pitti Immagine: 400 milioni di Euro tra fiori, brand e tricolore

Più di 1000 brand della moda internazionale ed un ritorno economico di 400 milioni di euro per la città. Questo è Pitti a Firenze

Scontro tra treni in Salento, una decina di feriti: nessuno è grave

Scontro tra treni in Salento, una decina di feriti: nessuno è grave

L'incidente si è verificato tra Galugnano e San Donato. I due convogli viaggiavano in direzione opposta in una tratta a binario unico. Fs: "Uno dei due treni è partito con il rosso"

5 motivi che rendono il Firenze Rocks il regalo perfetto per l’estate 2017

?Ezra Pound l’aveva descritta come “la più dannata città italiana” e quest’anno, la bella Firenze, confermerà tale definizione diventando, per la prima volta, culla del rock.

Messina, fu uccisa dal marito nonostante 12 denunce: condannati i pm

Messina, fu uccisa dal marito nonostante 12 denunce: condannati i pm

La donna venne uccisa 10 anni fa a Palagonia, in provincia di Catania. La Corte d'appello di Messina ha stabilito che ci fu dolo e colpa grave nell'inerzia dei pm magistrati

Roma, bimbi picchiati e insultati: arrestati gestori di un asilo nido

Roma, bimbi picchiati e insultati: arrestati gestori di un asilo nido

In manette due fratelli, un uomo di 30 anni e una donna di 40. L’indagine è stata avviata dopo la segnalazione di un genitore. La struttura non aveva nemmeno le autorizzazioni necessarie

SORA : GUIDA SENZA PATENTE E SI SPACCIA PER FRATELLO: DENUNCIATO 39ENNE

Roma - Ha ricevuto la notifica di un verbale di cui disconosceva le circostanze e lo ha denunciato alla Polizia. L’automobilista di Sora sosteneva di non essere mai stato fermato per controlli stradali e soprattutto, di non aver mai preso verbali per infrazione al codice della strada commessi a Cass

CENTRO : QUATTRO AUTO DISTRUTTE DA INCENDIO NELLA NOTTE: INDAGINI IN CORSO

Roma - Quattro macchine sono state distrutte da un incendio, questa notte in piazza Consolazione. Il rogo e' stato segnalato alle 4.30 quando le fiamme erano alte e gia' avvolgevano i quattro mezzi parcheggiati l’uno vicino agli altri e di proprietari diversi. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco ch

Riina, Bindi: “Condizioni di cura superiori a quelle dei domiciliari”

Riina, Bindi: “Condizioni di cura superiori a quelle dei domiciliari”

La presidente dell’Antimafia ha riferito sul sopralluogo all'ospedale di Parma dove il capo di Cosa Nostra si trova ricoverato in regime di 41 bis. “Gli è ampiamente assicurato diritto a una vita dignitosa”. Minniti: “Boss scarcerati potrebbero tornare al potere”

ASIA/BANGLADESH – Donne cristiane all’opera contro la violenza, per affermare dignità e diritti

Dacca - “Le donne del Bangladesh subiscono tanta violenza durante la loro vita, che impedisce loro di realizzare la propria dignità e viola i loro diritti come esseri umani. La sottomissione nella vita quotidiana inficia la loro possibilità di partecipare all'istruzione e all'occupazione, limitando così le loro opportunità”: lo afferma all’Agenzia Fides la leader cristiana e attivista bengalese Maria Haldar, a margine di un seminario tenutosi a Dacca, dedicato al tema per “Combattere la violenza contro le donne”.
“La violenza sulle donne in Bangladesh è profondamente radicata in un contesto storico, culturale, sociale e politico, e le strutture governative, le istituzioni sociali e la legge contribuiscono alla sua persistenza. La vasta gamma di violenze contro le donne nel Bangladesh comprende: violenza del partner, violenza domestica, abuso di minori, molestie sessuali, matrimoni precoci, traffico di esseri umani, mortalità infantile, omicidio e la violenza connesse alla questione della dote”, rileva l’attivista.
Partecipando alla recente conferenza a Dacca, organizzata dall’organizzazione ecumenica “Christian Conference of Asia” in partnership con il Consiglio Nazionale delle Chiese del Bangladesh, numerose attivisti della società civile e della comunità religiose hanno chiesto al governo di applicare la legge per porre fine alla violenza di genere nel paese. “Molte politiche e servizi governativi continuano a riflettere una tendenza sessista. Nonostante la protezione giuridica contro varie forme di violenza, i sistemi giuridici devono ancora superare barriere che ostacolano la riforma. Esistono carenze strutturali significative che impediscono alle donne di accedere alla giustizia”, rimarca. “Anche istituzioni e norme religiose rafforzano relazioni di genere disuguali e contribuiscono alla violenza contro le donne”, ha aggiunto.
Le comunità cristiane in Bangladesh intendono sostenere le iniziative ecumeniche delle donne per la prevenzione della violenza. A tal fine si è creata una apposita iniziativa ecumenica denominata “Ecumenical Women’s Action against Violence” .
Sunila Ammar, alla guida di EWAV, nota a Fides: “Non vi sarà pace nelle nazioni dell’Asia finché c'è violenza contro le donne. Questa non è una battaglia femminista o ideologica, ma relativa al diritto e all’umanità. Molti uomini in tutto il mondo lavorano per promuovere i diritti delle donne”. La EWAV inoltre rimarca che tra gli obiettivi Onu di sviluppo sostenibile vi è l'uguaglianza di genere e la promozione delle donne. Si invitano dunque i leader delle Chiese a essere consapevoli di questo necessario impegno e farsene carico, sensibilizzando istituzioni pubbliche e governi.

Migranti, Oim: “1.800 morti nel Mediterraneo da inizio anno”

Migranti, Oim: “1.800 morti nel Mediterraneo da inizio anno”

Secondo l’Organizzazione internazionale delle migrazioni l'85 % degli arrivi in Europa via mare da gennaio 2017 è stato registrato in Italia. L’Unhcr: “Più di 2.500 persone salvate dalla Guardia Costiera Italiana fra sabato e domenica”. LO SPECIALE MIGRANTI

Formiche nel letto d’ospedale, De Luca: "Sanità campana è un disastro"

Formiche nel letto d'ospedale, De Luca: "Sanità campana è un disastro"

Dopo la foto denuncia dall'Ospedale San Paolo di Napoli proseguono le polemiche. Il ministro Lorenzin ha mandato gli ispettori: “Fatto indegno”. Il presidente della Regione ha visitato la struttura per chiedere chiarimenti: “Problema da sacche con glucosio”

Istat, continua calo nascite: diminuisce numero di residenti in Italia

Istat, continua calo nascite: diminuisce numero di residenti in Italia

L’Istituto di statistica ha comunicato i dati del bilancio demografico. Nel 2016 il saldo complessivo è negativo per 76mila unità. L’8,3% della popolazione è di cittadinanza straniera. Il crollo della natalità prosegue dal 2008. I nuovi nati sono stati meno di 500mila

AFRICA/LESOTHO – Elezioni parlamentari: il plauso degli osservatori della Chiesa


Maseru - “Le elezioni nell’insieme sono state pacifiche e ben organizzate. Sebbene vi sono alcune cose da migliorare, come Chiesa applaudiamo il modo come si sono svolte” afferma il rapporto sulle elezioni parlamentari tenutesi il 3 giugno in Lesotho. Il documento, inviato all’Agenzia Fides, è stato redatto dalla Commissione Giustizia e Pace della Conferenza Episcopale del Lesotho in collaborazione con l’Inter-Regional Meeting of Catholic Bishops of Southern Africa .
La Commissione Giustizia e Pace ha inviato 120 osservatori in 50 circoscrizioni elettorali, alcuni fissi ed altri che si muovevano da un seggio all’altro.
Il rapporto riferisce che i seggi controllati dagli osservatori della Chiesa erano ben gestiti da personale formato in modo appropriato. Le procedure di voto si sono svolte in modo ordinato con gli addetti al seggio che pronunciavano ad alta voce il nome dell’elettore che deponeva la scheda nell’urna, in modo che i presenti potessero verificare la correttezza della votazione.
In alcuni seggi si è però notata la presenza di militari in con armi e uniformi nuove di zecca, che sono apparsi avere un atteggiamento intimidatorio ad alcuni elettori. Il Lesotho ha subito golpe e tentati golpe militari negli ultimi anni . Grazie anche all’intervento del Sudafrica il Lesotho ha potuto ritrovare la strada della democrazia. La Chiesa cattolica dell’intera Africa australe, tramite l’IMBISA, ha seguito da vicino il processo di pacificazione del piccolo Paese che è strategico per il Sudafrica per le forniture d’acqua assicurate alle città di Pretoria e Johannesburg. Il Lesotho, soprannominato “Il castello d’acqua del Sudafrica” sconta però periodi di siccità a causa del dirottamento delle proprie risorse idriche verso il potente vicino.

VATICANO – E’ on line il nuovo numero di “Omnis Terra”: parlano la missione, le missioni, i protagonisti

Città del Vaticano – “Omnis Terra”, la rivista multilingue di cultura e missione delle Pontificie Opere Missionarie, è on line con il suo secondo numero. In apertura l’articolo “Le Laos et le sang des Martyrs”, di Roland Jacques, OMI, prende spunto dalla beatificazione dei 17 martiri, avvenuta a Vientiane l’11 dicembre 2016, per descrivere la travagliata storia di questa piccola Chiesa asiatica. Segue l’articolo “From outsider to President: 100 days of Donald Trump” di Andrew Spannaus, mentre Gianni Valente presenta “L’arte di frate Sidival Fila”, artista francescano che realizza le sue opere recuperando materiali poveri o obsoleti. “Nei suoi lavori, l'ordito “grezzo” della materia ridiviene il luogo dello svelarsi della gratuità delle cose”.
Il gesuita Fr. Stanislaus Jebamalai e Antony Arulraj sono gli autori di “India’s Demonetization and its impact on the poor”, mentre Luis Badilla ci porta dall’altra parte del mondo, nella Colombia che attende la visita del Papa, per analizzare il processo di riconciliazione nazionale. Rouphael Zgheib ci descrive invece “La présence chrétienne en Liban” e p. Silvano Zoccarato, PIME, ci racconta l’esperienza di 50 anni di gemellaggio tra la diocesi italiana di Treviso e la missione di Amban, in Camerun.
Riflessioni ed esperienze di un parroco di Buenos Aires con i bambini di strada, sono raccolte nell’articolo “De donde puede nacer una esperanza para los Chicos de la Calle” di Adrian Bennardis. Sempre dall’America Latina, dalla Bolivia, viene la testimonianza del laico italiano Giovanni Forasacco, che è passato “Dall’amore per il creato all’amore per gli ultimi” vivendo un’esperienza missionaria nella foresta amazzonica. Invece Mélanie Njonou, funzionario statale in pensione, per contrastare povertà e disuguaglianza ha messo in piedi in Camerun un’azienda ispirata ai principi del Vangelo.
Con “Vivre la joie de l’Évangile” Pierre Diarra ci guida alla lettura della “Evangelii Gaudium” di Papa Francesco sottolineando alcune indicazioni che aiutino a trovare le strade per annunciare il Vangelo in modo nuovo nei diversi contesti sociali e geografici contemporanei.
Il centesimo anniversario della fondazione della Pontificia Unione Missionaria ha dato l’occasione per riflettere sulla natura, sul ruolo e sulla attualità di questa Opera, attraverso i contributi di diversi specialisti, che sono raccolti nel volume “Mission makes the Church” di p. Fabrizio Meroni, PIME.
Anche questo secondo numero di Omnis Terra è arricchito dal servizio fotografico di Monika Bulaj, sul tema “Egitto: la simbiosi antica tra islam e cristianesimo”. “In Egitto, se vuoi liberarti dal male, è dai cristiani che devi andare. I musulmani lo sanno. Il popolo cerca la Croce, Maria Vergine, San Giorgio e soprattutto i santoni della chiesa copta. E’ questa promiscuità millenaria, sconosciuta all’Occidente e alla Chiesa di Roma, che gli attentatori hanno voluto colpire”.

Link correlati :Il sito di Omnis Terra

ASIA/LIBANO – L’allarme del Patriarca maronita: tra i preti si abbassa la preparazione teologica e cresce un deplorevole “iper-attivismo” mediatico

Bkerkè – Nella Chiesa maronita si registra un “affievolimento della preparazione teologica, dogmatica e spirituale” del clero, mentre cresce il fenomeno di sacerdoti che sembrano compiacersi dell'interesse dei media nei loro confronti, e si dilettano a praticare un iper-attivismo mediatico “senza autorizzazione formale” da parte dei loro superiori. Sono questi alcuni dei punti dolenti riguardo all'attuale condizione della Chiesa maronita che il Patriarca Bechara Rai ha voluto sottolineare nel discorso d'apertura dei lavori del Sinodo annuale, iniziato lunedì 12 giugno presso la sede patriarcale di Bkerkè. Il Primate della Chiesa maronita ha parlato anche esplicitamente di “lacune che si manifestano nella formazione umana e spirituale dei preti, e riguardo al presenzialismo mediatico del clero ha deplorato i casi in cui sacerdoti e religiosi “scandalzzano i fedeli” con le loro dichiarazioni e prese di posizione pubbliche.
All'ordine del giorno del Sinodo compare anche la stesura di un “compendio” teologico-pastorale da diffondere come strumento di riferimento riguardo agli insegnamenti della Chiesa. Nel suo intervento, il Patriarca Rai ha fatto riferimento anche al lavoro dei tribunai ecclesiastici, deplorando la tendenza crescente a “accordare troppo facilmente la dichiarazione di nullità matrimoniale per ragioni psicologiche, in caso di contrasti tra gli sposi”. .

Droga: smantellata rete di spaccio tra Cremona, Brescia e Bergamo

Droga: smantellata rete di spaccio tra Cremona, Brescia e Bergamo

La droga, principalmente cocaina, eroina e hashish, arrivava dalle province di Bergamo e Brescia nel Comune di Soresina, per la vendita in ambito locale. Gli arrestati erano residenti nelle province di Cremona, Bergamo, Torino, Catania e Cosenza 

Tac e risonanze mai effettuate, 7 arresti a Napoli

Tac e risonanze mai effettuate, 7 arresti a Napoli

Le persone coinvolte sono ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla truffa al Servizio Sanitario Nazionale, di riciclaggio e di falsità materiale commessa da pubblico ufficiale. Pazienti ignari

Parole chiave: napoli arresti sanità

Ragazza uccisa a Olbia, fidanzato indagato per omicidio

Ragazza uccisa a Olbia, fidanzato indagato per omicidio

Il trentenne di Biella si proclama innocente e ribadisce la sua versione dei fatti: lui e la compagna sarebbero stati vittima di un tentativo di rapina

Parole chiave: olbia erika_preti omicidi
Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo