Daily Archives: 20 aprile 2017

Lavoro a portata di Smartphone, effetti positivi e negativi della connessione

 Anche le Regioni nel progetto del Ministero

Compravendita di senatori, prescrizione per Berlusconi e Lavitola

Compravendita di senatori, prescrizione per Berlusconi e Lavitola

In primo grado l’ex premier e l'ex editore dell'Avanti erano stati condannati a tre anni ciascuno per corruzione . Il leader di Forza Italia era accusato di aver pagato Sergio De Gregorio per lasciare l’Idv e passare nel centrodestra per indebolire il governo Prodi

Tap, Tar respinge ricorso Regione Puglia: via libera a espianto ulivi

Tap, Tar respinge ricorso Regione Puglia: via libera a espianto ulivi

Dopo la pronuncia del tribunale amministrativo del Lazio possono ripartire i lavori del gasdotto tra gli ulivi del Salento. CHE COS'E' IL TAP: SCHEDA

Parole chiave: tap regione_puglia tar ulivi

Camper valley in Toscana: export in crescita

Il comparto pare ormai uscito dalla crisi, trainato da un vero boom dell’export: una produzione complessiva di 15.143 veicoli in Italia, per un fatturato attorno ai 750 milioni di euro

Nuova eruzione dell’Etna, colata lavica dal cratere sud-est. FOTO

Nuova eruzione dell'Etna, colata lavica dal cratere sud-est. FOTO

Riprende l'attività del vulcano siciliano. Il fenomeno non ha compromesso l'operatività dell'areoporto internazionale di Catania. LA FOTOGALLERY

Toscana digitale: aree WiFi free, c’è la Banda ultralarga ma preferiamo i 7 Mega

Come mai la velocità minima garantita è preferita dai consumatori, rispetto a quella potenziale?

Giornata mondiale della Cannabis: Cappato alla “semina proibita” di Milano. LE FOTO

Giornata mondiale della Cannabis: Cappato alla “semina proibita” di Milano. LE FOTO

Il radicale è stato identificato dalla polizia. Distribuiti semi “con istigazione di coltivazione” ai passanti. Polemica nel capoluogo lombardo per l’Hemp Fest (festa della canapa) che si terrà a Lambrate. Forza Italia: “Evento diseducativo”

Parole chiave: fotogallery cronaca

Uso scorretto cellulare può causare tumore: Tribunale Ivrea condanna l’Inail

Uso scorretto cellulare può causare tumore: Tribunale Ivrea condanna l'Inail

Secondo i giudici esiste un nesso tra l'abuso del telefonino e l'insorgenza di un cancro al cervello. A un dipendente di un'azienda che per 15 anni aveva usato il cellulare 3 ore al giorno sarà corrisposta una rendita da malattia professionale

ASIA/SIRIA – Esponenti assiri dell’opposizione siriana ricevuti a Mosca dal viceministro degli Esteri russo

Mosca – Il vice-ministro degli esteri russo, Mikhail Bogdanov, ha ricevuto a Mosca una delegazione di esponenti assiri da tempo schierati sul variegato fronte dell'opposizione siriana anti-Assad. La delegazione era guidata da Nimrud Suleiman, ed è stata ricevuta dal vice-ministro Bogdanov nella giornata di mercoledì 19 aprile. Secondo quanto riportato da media russi, Suleiman ha esposto al vice-ministro Bogdanov le istanze di sigle politiche gestite da esponenti cristiani assiri riguardo al futuro assetto della Siria, ribadendo la richiesta di sostenere per quanto possibile una sistemazione politico-amministrativa che favorisca il decentramento e la valorizzazione di identità etniche e culturali diversificate presenti nel territorio siriano. La stampa russa ha presentato l'incontro come il tentativo messo in atto dalle organizzazioni assire di trovare nella Russia una sponda nel sempre complesso scenario siriano.
Sigle assire come l'Organizzazione Democratica Assira si sono schierate sul fronte dell'opposizione anti-Assad fin dall'inizio del conflitto siriano, denunciando la mancanza di agibilità politica attribuita al dirigismo centralista del regime. .

AFRICA/ETIOPIA – Verso il primo corridoio umanitario dall’Africa

Addis Abeba - In questi giorni si sta svolgendo ad Addis Abeba una missione operativa congiunta di Caritas Italiana e Comunità di Sant’Egidio per aprire il primo corridoio umanitario dall'Africa, secondo il protocollo siglato a Roma il 12 gennaio 2017. Il Protocollo di intesa con lo Stato italiano, promosso dalla Conferenza Episcopale Italiana – che agisce attraverso Caritas Italiana e Fondazione Migrantes - e dalla Comunità di Sant’Egidio, è finanziato con fondi CEI 8x1000 e prevede il trasferimento dai campi etiopici di 500 profughi Eritrei, Somali e Sud sudanesi in due anni.
Secondo il comunicato inviato all’Agenzia Fides dalla Conferenza Episcopale Italiana, il vice ministro degli Esteri etiope, signora Hirut Zemene, incontrando la delegazione italiana, ha sottolineato la generosità di questa operazione umanitaria rivolta alle persone più vulnerabili e la rilevanza dell'impegno dell'Italia e della sua società civile verso i migranti in questo periodo particolarmente complesso. Grande soddisfazione è stata espressa dall’Arcivescovo metropolita di Addis Abeba e Presidente della Conferenza episcopale di Etiopia ed Eritrea S.Em. Card. Berhaneyesus Souraphiel e da Caritas Etiopia.
Le agenzie ONU impegnate per i rifugiati, hanno offerto piena collaborazione, come l'ARRA, l'agenzia di Stato che si occupa degli oltre 850.000 rifugiati presenti in Etiopia, La missione prosegue in questi giorni con una prima ricognizione nei campi in Tigrai, al confine con l'Eritrea, facilitata dalla ONG Gandhi Charity.

New Zealand earthquake gives unexpected benefit

Raised coastline could end the threat of sea erosion for the time being.

AFRICA/UGANDA – Stop alla caccia a Kony: i militari ugandesi concludono la missione in Centrafrica contro il capo dell’LRA

Kampala - L’esercito ugandese ha messo fine all’operazione volta alla cattura di Joseph Kony, capo dell’LRA , il movimento di guerriglia originario del nord Uganda che da anni imperversa in parti del Sud Sudan, della Repubblica Democratica del Congo e della Repubblica Centrafricana.
I militari ugandesi si stanno ritirando da quest’ultimo Paese dopo che i militari americani che partecipano alla caccia Kony sono stati anch’essi rimpatriati.
Secondo un portavoce militare ugandese Kony è rimasto solo con meno di 100 combattenti ed è “debole e inefficace. Non costituisce da diverso tempo una minaccia significativa alla sicurezza dell’Uganda e al Nord Uganda in particolare”. Nel 2013 l’ONU ha stimato l’LRA ha ucciso più di 100.000 persone e ne ha rapite più di 60.000 in 25 anni d’attività.

Camorra, tentano omicidio per vendicare "onore" del capo: 3 arresti

Camorra, tentano omicidio per vendicare "onore" del capo: 3 arresti

Il primo agguato, nel rione Don Guanella, era fallito perché la madre della vittima aveva fatto da scudo tenendo il nipote in braccio. Alla base degli omicidi le dicerie su una relazione tra la compagna del capo di un gruppo criminale e “un altro” uomo

Finte vaccinazioni, Asl Treviso avvia campagna di richiamo: spedite 500 lettere

Finte vaccinazioni, Asl Treviso avvia campagna di richiamo: spedite 500 lettere

Dopo l’avvio del procedimento disciplinare nei confronti dell’infermiera sospettata, l’azienda sanitaria locale ha fissato quattro giornate vaccinali straordinarie tra il 24 aprile e il 6 maggio

 

Sfregiata con l’acido dall’ex, Gessica Notaro mostra il volto in tv<br />

Sfregiata con l'acido dall'ex, Gessica Notaro mostra il volto in tv

La 27enne di Rimini ha mostrato per la prima volta le ferite provocate dall'ex ragazzo. Il ministro Orlando incontrerà la ragazza giovedì 27 aprile

Parole chiave: gessica_notaro aggressioni

AFRICA/CENTRAFRICA – Il progetto del villaggio “Papa Francesco” per ricordare la sua visita nel 2015

Bangui - Un villaggio intitolato a Papa Francesco come luogo d’incontro delle diverse comunità religiose della Repubblica Centrafricana. È il progetto che è in fase di studio da parte della delegazione vaticana di esperti per il Centrafrica, in collaborazione con la Piattaforma delle Confessioni Religiose del Centrafrica .
“Il Papa ha dichiarato Bangui capitale spirituale dell’umanità. Ha aperto una porta santa a Bangui. È stata la prima volta nella storia della Chiesa che una porta santa è stata aperta al di fuori del Vaticano” ha ricordato Martin Nkafo Nkamitia, Direttore del Dipartimento degli Studi per la Promozione della Cultura Africana e capo della delegazione vaticana di esperti per il Centrafrica. “Sono intuizioni che non si possono ignorare. Per questo abbiamo pensato di creare, a perenne memoria della visita di Papa Francesco in Centrafrica, un villaggio che potrà essere il punto d’incontro di tutte le comunità religiose del Centrafrica. È un ampio progetto ma ci riusciremo” ha detto.
Il progetto del villaggio “Papa Francesco” è stato presentato al Presidente del Centrafrica, Faustin Archange Touadera, e al sindaco di Bangui, Blaise Nakombo, in occasione della nomina a Cardinale dell’Arcivescovo di Bangui, Dieudonné Nzapalainga.
La visita in Centrafrica di Papa Francesco, dal 29 al 30 novembre 2015 , ha lasciato un forte ricordo nel Paese, soprattutto sul piano dei rapporti interreligiosi, grazie anche alla visita effettuata dal Pontefice agli sfollati accolti nella moschea centrale del quartiere PK5.

AFRICA/EGITTO – l’Università di al Azhar respinge le accuse di filo-estremismo: l’islam difende anche le chiese

Il Cairo – L'Università di al Azhar, il più prestigioso centro teologico e accademico dell'islam sunnita, respinge con forza critiche e attacchi ricevuti negli ultimi giorni da politici e intellettuali egiziani, che puntano il dito anche contro i programmi curriculari dei suoi corsi di insegnamento, accusandoli di contiguità con le aberranti ideologie adottate dal terrorismo jihadista. In un comunicato ufficiale, diffuso martedì 18 aprile, il Consiglio supremo degli studiosi di al Azhar ha voluto ribadire nero su bianco che “la Sharia vieta ogni assalto contro gli esseri umani, a prescindere dalla loro religione e dal loro credo”, e l'islam vincola i musulmani anche a proteggere tutti i luoghi di culto, e a trattare con benevolenza i non musulmani. Riguardo alle accuse più dettagliate, riguardanti i programmi d'insegnamento dell'Università sunnita, il comunicato dei “saggi” ci tiene a rimarcare che “i curricula di al Azhar sono gli unici che insegnano in maniera appropriata l'islam che favorisce pace e convivenza pacifica tra musulmani e non musulmani, come testimoniano milioni di diplomati che sono stati e sono avvocati di pace e fratellanza”. Presentare l'insegnamento impartito a al Azhar come un incentivo al terrorismo – si legge nel comunicato, pervenuto all'Agenzia Fides – rappresenta “un travisamento della storia dell'Egitto, e un tradimento delle coscienze degli egiziani”.
La dichiarazione degli studiosi di al Azhar ha suscitato ulteriori critiche da parte di intellettuali come lo scrittore Khaled Montasser, che ha definito il pronunciamento come “l'ultimo chiodo della bara dello stato di diritto in Egitto”. Mentre l'intellettuale copto Naguib Gabriel, leader dell'Unione egiziana per i diritti umani, ha rimarcato che il problema dei programmi curricolari d'insegnamento non riguarda solo i corsi impartiti a al Azhar, ma anche i libri e i corsi per lo studio della lingua araba, che costringono anche gli studenti non musulmani a imparare a memoria i versetti del Corano e gli Hadith del profeta Mohammad.
Forse anche in risposta alla serrata serie di critiche ricevute, l'Università di al Azhar, negli ultimi giorni, ha intensificato i suoi pronunciamenti di condanna delle violenze subite dai cristiani in Egitto, mentre si avvicina la Conferenza internazionale di pace convocata al Cairo dalla stessa Università il prossimo 28 aprile, che vedrà anche la partecipazione di Papa Francesco e del Patriarca ecumenico di Costantinopoli, Bartolomeo I. .

AMERICA/BOLIVIA – “Le elezioni giudiziarie non siano manipolate politicamente” chiede la Conferenza episcopale

La Paz – La Conferenza Episcopale della Bolivia ha chiesto attraverso un breve messaggio del suo Segretario, padre José Fuentes, rivolto alla comunità civile ed al governo boliviano, che le elezioni giudiziarie che si terranno il 22 ottobre "non siano politicamente manipolate". Sarà la seconda volta che nella storia della Bolivia si svolge questo tipo di elezioni con cui vengono elette le più alte autorità della Corte Suprema, del Consiglio della Magistratura, del Tribunale Agroambiental e della Corte Costituzionale Plurinazionale. Le prime elezioni si erano tenute il 16 ottobre 2011.
Nel comunicato pervenuto a Fides, che porta la data del 19 aprile, si ricorda che nella prima esperienza del 2011, la CEB aveva messo in guardia su una serie di errori nel processo elettorale, ma le sue osservazioni non sono state mai ascoltate. In quella occasione la maggioranza votò scheda bianca. "In uno Stato democratico, la giustizia deve essere indipendente, ogni elemento che collabora con questo tipo di giustizia, sia benvenuto, perché così sarà più sana la nostra democrazia" ha detto il Segretario generale della CEB.

Concordia, verdetto in Cassazione il 12 maggio. Pg: “Condannare Schettino”

Concordia, verdetto in Cassazione il 12 maggio. Pg: “Condannare Schettino”

Terzo grado di giudizio per l’ex comandante. Il procuratore generale ha chiesto la conferma della condanna già inflitta a 16 anni e 1 mese di reclusione. La Suprema Corte è chiamata a decidere anche sul ricorso della corte d’appello di Firenze che include le aggravanti

AMERICA/PERU’ – Qali Warma: colazione e pranzo per gli alunni delle zone più povere dell’Apurimac

Abancay – Sono in totale 1.334 le istituzioni scolastiche pubbliche appartenenti alle zone di povertà estrema della regione peruviana dell’Apurímac che ricevono generi alimentari nutrienti dal Programma Nazionale di Alimentazione Scolastica Qali Warma, con il quale si offre colazione e pranzo a 38.218 bambini e bambine in età prescolare e di scuola primaria. Secondo quanto riferito in una nota pervenuta a Fides dal responsabile del programma sociale dell’Unità Territoriale Apurímac, questa cifra rappresenta il 69% del totale delle strutture scolastiche pubbliche assistite da Qali Warma nella regione.
Vengono distribuiti 22 tipi di prodotti, tra i quali alimenti locali come la quinoa, il grano, farine di fagioli, orzo, mais e grano, gallette di quinoa e kiwicha. Tra gli altri anche latte, farine di avena con kiwicha, minestre, carne essiccata di pecora, uova disidratate, conserve di pesce, carne macinata, tacchino, pollo, riso e zucchero. Attualmente Qali Warma fornisce cibo tutti i giorni dell’anno scolastico alle istituzioni scolastiche pubbliche in Apurimac sotto forma di prodotti.

Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo