Monthly Archives: marzo 2017

Modulo AP45: riconoscimento benefici per lavori particolarmente faticosi

E’ stato pubblicato il modulo AP45 di domanda per il riconoscimento dei benefici relativi allo svolgimento di lavori particolarmente faticosi e pesanti in favore dei soggetti che perfezionano i prescritti requisiti entro il 31 dicembre 2018.

DURC On Line

Dal 1 luglio 2015  la verifica della regolarità contributiva nei confronti dell’INPS, dell’INAIL e delle Casse Edili, avviene con modalità esclusivamente telematiche ed in tempo reale indicando esclusivamente il codice fiscale del soggetto da verificare.
 
L’esito positivo della verifica di regolarità genera un documento denominato “Durc On Line”. Per avvalersi della procedura l’utente deve essere in possesso di utenza e password/PIN, il servizio è infatti riservato agli utenti registrati.
 
Leggi la circolare

 

Vai al servizio

 

Portale dei Pagamenti: il sistema PagoPA anche per i versamenti al Fondo Clero

Dal 30 novembre il Portale dei pagamenti mette a disposizione dei cittadini titolari di pratica Fondo Clero la nuova modalità di pagamento online “Pagamento immediato pagoPA”.

PagoPA è il sistema dei pagamenti elettronici della Pubblica Amministrazione, realizzato dall'Agenzia per l'Italia Digitale (Agid) attraverso una piattaforma denominata Nodo dei pagamenti, che rende possibile la gestione dell'intero ciclo di vita dei pagamenti effettuati dai cittadini verso le amministrazioni e già integrato dall'Inps nel proprio Portale dei pagamenti per i versamenti volontari.

Se l'utente sceglie questa nuova modalità, il pagamento online si conclude dopo aver scelto sul sito dell'Agid il Prestatore di Servizio di Pagamento (PSP - Istituti di pagamento, sportelli bancari, esercenti) aderente al circuito pagoPA, al quale si viene reindirizzati per completare la transazione.

I principali elementi innovativi che caratterizzano i processi del sistema PagoPA per l’utente sono: la garanzia di univocità di pagamento, grazie al numero di avviso contenente il codice Identificativo Unico di Versamento (IUV), e la ricevuta elettronica che costituisce la prova dell'avvenuto pagamento.

Nella sezione Servizi> Fondo Clero del Portale dei pagamenti è disponibile il Manuale utente che fornisce le istruzioni sia per il pagamento tramite MAV sia tramite Pagamento immediato PagoPA.

Telematizzazione dei servizi: da oggi online anche la domanda di riscatto di periodi contributivi

Da oggi è possibile inviare online all’Istituto le domande di riscatto dei periodi contributivi nelle gestioni dei dipendenti privati, inclusa la gestione PALS.
Gli utenti potranno scegliere di presentare le domande attraverso uno dei seguenti canali:

  • WEB – tramite il servizio online accessibile direttamente dal cittadino con PIN nel portale dell’Istituto dal Menu Servizi online>Accedi ai servizi>Menu Servizi per il cittadino> Riscatto di periodi contributivi;
  • Contact Center Multicanale – 803.164 (riservato all’utenza che chiama da telefono fisso) o al numero 06164164 (abilitato a ricevere esclusivamente chiamate da telefoni cellulari con tariffazione a carico dell’utente);
  • Patronati – attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

La presentazione telematica diventerà il canale esclusivo dall’1 aprile 2017. Fino a tale data l’Istituto continuerà a gestire le domande presentate mediante la modulistica cartacea disponibile nella sezione Modulistica del sito Inps (AP103 - tipo pratica A503; AP109 - tipi pratica GS51, ISL5, DST7, PTV8, LSU468, PPF662, CF5, SCV, FR, REGPT, AE; AP35 - tipo pratica AMF; AP37 - tipo pratica LE; AP81 - tipo pratica RV).
Per ulteriori dettagli in merito alle tipologie di riscatto e alle modalità di presentazione delle domande: Circolare n. 228 del 29/12/2016

Scheda informativa Servizio Riscatti di periodi contributi

Osservatorio sul precariato: pubblicati i dati di agosto 2016

Pubblicati i dati sui nuovi rapporti di lavoro del settore privato relativi al mese di agosto.

 

Nei primi otto mesi del 2016, nel settore privato, si registra un saldo, tra assunzioni e cessazioni, pari a +703.000, inferiore a quello del corrispondente periodo del 2015 (+813.000) e superiore a quello registrato nei primi otto mesi del 2014 (+540.000).

 

Su base annua, il saldo consente di misurare la variazione tendenziale delle posizioni di lavoro. Il saldo annualizzato (vale a dire la differenza tra assunzioni e cessazioni negli ultimi dodici mesi) ad agosto 2016 risulta positivo e pari a +514.000, compresi i rapporti stagionali. Il risultato positivo è interamente imputabile al trend di crescita netta registrato dai contratti a tempo indeterminato, il cui saldo annualizzato ad agosto 2016 è pari a +518.000.

 

Complessivamente le assunzioni, sempre riferite ai soli datori di lavoro privati, nel periodo gennaio-agosto 2016 sono risultate 3.782.000, con una riduzione di 351.000 unità rispetto al corrispondente periodo del 2015 (-8,5%). Nel complesso delle assunzioni sono comprese anche le assunzioni stagionali (447.000).

 

In relazione all’analogo periodo del 2015, le cessazioni nel complesso, comprensive anche dei rapporti di lavoro stagionale, risultano diminuite del 7,3%. La riduzione è più consistente per i contratti a tempo indeterminato (-8,3%) che per quelli a tempo determinato (-5,2%).

 

Vai all’Osservatorio sul precariato

 

 

Sisma 30 ottobre 2016

Dopo avere effettuato i controlli sulla stabilità delle strutture presenti nelle zone interessate dal sisma del 30 ottobre 2016, sono state riaperte le agenzie di Foligno e Spoleto, mentre quella di Tolentino rimane per ora chiusa. Le altre agenzie presenti nel territorio continuano ad essere attive e garantiscono i servizi.

Per coloro che sono residenti nelle zone interessate dal sisma sono previsti servizi alternativi di emergenza al fine di assicurare le informazioni necessarie, nonché la continuità dei pagamenti delle pensioni e delle prestazioni a sostegno del reddito.

Non appena sarà possibile l’accesso ai territori colpiti, saranno allestiti Uffici mobili, per agevolare gli assicurati e i pensionati che avessero necessità di ricevere informazioni e presentare domande di prestazioni.

 

Pagamento delle prestazioni

L’Inps, in collaborazione con Poste Italiane, ha attivato il “pagamento in circolarità” di prestazioni pensionistiche e non pensionistiche temporanee ed occasionali – limitatamente a quelle riscosse in contanti agli sportelli – modalità che consente la riscossione della pensione e delle altre prestazioni presso qualsiasi ufficio postale del territorio nazionale.

Tale modalità è consentita per tutti i pagamenti localizzati presso uffici postali ubicati nelle provincie interessate dal terremoto.

I beneficiari sono esonerati dall’obbligo della presentazione del certificato di pensione e della lettera di avviso.

Al momento del pagamento, il pensionato – o la persona delegata alla riscossione – dovrà esibire un documento d’identità valido o un documento sostitutivo rilasciato dagli uffici anagrafici attivati nei comuni colpiti.

Tale modalità sarà operante fino al ripristino della funzionalità degli uffici postali dichiarati inagibili.

Osservatorio sui Lavoratori Parasubordinati: pubblicati i dati relativi al 2015

Nell’Osservatorio sono riportate informazioni sui lavoratori contribuenti alla Gestione separata di cui all’art.2, comma26, della legge n.335/1995 (c.d. lavoratori parasubordinati).

 

L’unità statistica è rappresentata dal lavoratore che ha avuto almeno un versamento contributivo per lavoro parasubordinato accreditato nell’anno. Si considerano quindi i soli iscritti contribuenti nell'anno (per i quali è calcolata anche la media annua).

 

L’Osservatorio si compone di due sezioni: contribuenti professionisti, contribuenti collaboratori. Quest’ultima implementa anche dati di dettaglio in serie storica sul tipo di rapporto di lavoro e sull’eventuale altra forma di previdenza obbligatoria, così come dichiarati dal datore di lavoro.

 

Vai all’Osservatorio

 

Leggi le tavole di sintesi sul lavoro parasubordinato (pdf 334 Kb)

 

Leggi il comunicato stampa (pdf 60 Kb)

 

 

Online il nuovo servizio Cedolino Pensioni e servizi collegati

Per tutti i pensionati che hanno esigenza di verificare ogni mese l’importo dei trattamenti pensionistici che l’Istituto eroga loro è stato di recente rilasciato nel portale Inps il nuovo servizio di consultazione Cedolino pensione e servizi collegati.
Il servizio è accessibile dal Menu Servizi online>Accedi ai servizi>Servizi per il cittadino e mostra in forma aggregata per l’utente tutte le informazioni e i servizi più richiesti sulla pensione, a partire dalla consultazione del Cedolino Pensione.

Il valore aggiunto di questo nuovo servizio consiste nel fatto che il pensionato, riconosciuto all’accesso con PIN o SPID, oltre a visualizzare tramite quest’applicazione il Cedolino Pensione, viene guidato e assistito mediante domande. Ad esempio, l’applicazione segnala “Hai una variazione sul cedolino di questo mese” e, in questo caso, propone la domanda “Vuoi confrontare gli ultimi 2 cedolini?”.

In tal modo consente al pensionato, iscritto a qualsiasi gestione amministrata dall’Inps, di conoscere le ragioni per cui tale importo può variare e segnala la possibilità di accedere dalla stessa applicazione ad altri servizi di consultazione/certificazione (ad es. Certificazione Unica) e variazione dati (Variazione Ufficio pagatore, Modifica dati personali ecc.).

Per ulteriori dettagli e per l’elenco dei servizi collegati consulta la scheda informativa del servizio Cedolino pensione e servizi collegati

Interruzione attività on line

Si segnala che, a causa di un intervento tecnico di manutenzione di uno dei datacenter dell’Istituto, si potrebbero verificare alcuni disservizi sulle attività online da venerdì 6 gennaio a domenica 8 gennaio 2017

 

 

Conguaglio di fine anno dei contributi previdenziali e assistenziali: chiarimenti per i datori di lavoro privati non agricoli che utilizzano la dichiarazione contributiva UniEmens

 

La circolare 237 fornisce indicazioni in ordine alle modalità da seguire per lo svolgimento delle operazioni di conguaglio, relative all’anno 2016, finalizzate alla corretta quantificazione dell’imponibile contributivo, anche con riguardo alla misura degli elementi variabili della retribuzione.

 

I datori di lavoro potranno effettuare le operazioni di conguaglio, oltre che con la denuncia di competenza del mese di dicembre 2016 anche con quella di competenza di gennaio 2017.

 

Tutti i dettagli nella Circolare 237 del 30 dicembre.

 

Sisma in Centro Italia: indicazioni per la gestione delle domande di prestazioni

La Circolare 235 del 30 dicembre 2016 fornisce le principali indicazioni interpretative per l’applicazione della normativa relativa agli interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici, con particolare riguardo alla gestione delle domande di cassa integrazione guadagni ordinaria, dell’assegno ordinario e assegno di solidarietà a carico dei fondi di solidarietà, e degli ammortizzatori sociali in deroga.

 

Le istruzioni, che tengono conto anche dei chiarimenti richiesti da alcune strutture territoriali ,si riferiscono in particolare alla competenza territoriale, alla deroga termini di presentazione delle domande, requisiti e modalità di pagamento.

 

 

Differimento termine denunce retributive e contributive individuali UNIEMENS

Con Messaggio Hermes n. 5274 si comunica che la decorrenza per la compilazione dei flussi delle denunce retributive e contributive individuali UNIEMENS – Flussi di regolarizzazione,  inizialmente prevista nel messaggio n. 4973 del 06/12/2016 a partire dal giorno 03/01/2017 è differita al giorno 01/02/2017.

 

 

Osservatorio sul precariato: pubblicati i dati di novembre 2016

Nei primi undici mesi del 2016, nel settore privato, si registra un saldo, tra assunzioni e cessazioni, pari a +567.000, inferiore a quello del corrispondente periodo del 2015 (+688.000) e superiore a quello registrato nei primi undici mesi del 2014 (+313.000).

Su base annua, il saldo consente di misurare la variazione tendenziale delle posizioni di lavoro.  Il saldo annualizzato (vale a dire la differenza tra assunzioni e cessazioni negli ultimi dodici mesi) a novembre 2016 risulta positivo e pari a +506.000, compresi i rapporti stagionali.

Il risultato positivo è imputabile prevalentemente al trend di crescita netta registrato dai contratti a tempo indeterminato, il cui saldo annualizzato, pari a +339.000, è ancora debitore dell’intensa dinamica di crescita registrata a fine 2015; nel corso del 2016, inoltre, i contratti a tempo determinato hanno significativamente recuperato la contrazione registrata sul finire del 2015 a causa dell’alta quota di trasformazioni in contratti a tempo indeterminato: il loro saldo annualizzato risulta infatti pari a +146.000 (inclusi i contratti stagionali).

Vai all’Osservatorio 

Osservatorio sulla cassa integrazione: i dati di dicembre 2016

I dati si riferiscono alle ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale, alle domande e ai beneficiari di disoccupazione e mobilità.


Nel mese di dicembre 2016 il numero di ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate è stato pari a 37,8 milioni, in diminuzione del 11,0% rispetto allo stesso mese del 2015 (42,4 milioni).


Le ore di cassa integrazione ordinaria autorizzate a dicembre 2016 sono state 10,4 milioni, con una variazione tendenziale complessiva pari al 31,8% e, in particolare, pari a +41,4% nel settore Industriale e a +1% nel settore Edilizia.


Per gli interventi straordinari (CIGS), nel mese di dicembre 2016 rispetto al mese precedente, si registra una variazione congiunturale pari al -9,0%.


Gli interventi in deroga (CIGD) sono stati pari a 5,0 milioni di ore autorizzate a dicembre 2016 registrando un decremento del 24,3% se raffrontati con dicembre 2015.


In appendice è pubblicato l’aggiornamento del tasso di utilizzo del numero delle ore CIG autorizzate ("tiraggio").

Vai all’Osservatorio

 

 


Ennesima violenza sulle donne: il saluto del CUG a Rosanna Belvisi

Ciao Rosanna

Ancora una volta un caso di femminicidio di una nostra collega, Rosanna Belvisi, della sede di Milano. Rimaniamo allibiti e incapaci di capire tanta violenza e crudeltà perpetrata in ambito familiare per anni.

Ieri il Presidente dell’Istituto, alla presenza del nuovo Direttore generale e del Direttore regionale Lombardia, nel comunicare questo orrendo crimine ha ribadito l’impegno dell’Istituto a realizzare concrete iniziative per contrastare il fenomeno della violenza contro le donne, già previste nel piano di azioni positive approvato il 10 gennaio.

Alla memoria della collega, rimpianta per la professionalità e la generosità sempre dimostrate nel lavoro, rivolgiamo il nostro pensiero e ci uniamo al dolore delle persone a lei care.

Il suo dramma sarà per tutto il CUG lo sprone per agire concretamente. Proporremo di dedicare a lei il progetto previsto per la tutela e la protezione delle /dei dipendenti INPS vittime di violenza, intitolandolo a suo nome.

Lasceremo un “posto vuoto” per lei al prossimo CUG.

Ciao Rosanna

 

 

Ennesima violenza sulle donne: deceduta la collega Rosanna Belvisi

Oggi l’Istituto ha perso tragicamente una donna preziosa, un funzionario rigoroso e motivato, instancabile ed entusiasta.

Rosanna Belvisi, nata a Trapani il 6 marzo 1955, confluita nei ruoli dell’INPS nel 2004, a seguito delle operazioni di dismissione del patrimonio immobiliare, prestava servizio presso l’Agenzia complessa di Milano Fiori, nell’unità organizzativa delle Relazioni istituzionali.

Per anni si è occupata di accogliere gli utenti presso il servizio di reception e lo ha sempre fatto con il sorriso sulle labbra, con diligenza e garbo, disciplina e competenza.

Nonostante la sua evidente disabilità, mostrava una straordinaria tensione verso i bisogni dei suoi colleghi, anche dei suoi superiori gerarchici, cui dispensava gesti di tenerezza che riusciva ad esprimere donando un fiore, una fotografia del suo amato mare di Pantelleria, un dolcetto….

Aveva tempo per tutti, Rosanna.

E passione, tanta passione per il suo lavoro.

Supportava le Linee prodotto servizio in ogni tipo di attività e imparava velocemente, perché voleva semplificare il lavoro altrui, perché era consapevole di quanto il suo contributo fosse utile per l’Istituto.

Oggi quel contributo manca già a tutti noi; ma a chi di noi l’ha conosciuta nel quotidiano, manca Rosanna.

Un’anima gentile dal sorriso dolce, che celava un terribile dramma famigliare e che nella distensione delle relazioni professionali costruite, si concedeva il suo sacrosanto diritto alla serenità.

 

 

“Esplicitare il debito implicito”: pubblicati gli interventi dell’incontro

Si è tenuto, in data odierna, l’incontro di studio e di analisi, promosso da INPS,  sul tema “Esplicitare il debito implicito”.


Dopo l’introduzione del Presidente, Tito Boeri, sono intervenuti: il professore Laurence Kotlikoff della Boston University, la professoressa Agar Brugiavini dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, il dott. Daniele Franco, Ragioniere Generale dello stato e Giuseppe Pisauro, Presidente dell’Ufficio Parlamentare di Bilancio.

 

Disponibili i video della conferenza:

 

Abrogazioni, cessazione obbligo e recupero somme in tema di mobilità

Con Messaggio n. 99 del 11-01-2017 vengono comunicate le novità in merito:

  • all’ abrogazione dei trattamenti di mobilità ordinaria e di disoccupazione speciale per l’edilizia;
  • alla cessazione dell’obbligo di versamento dei contributi di mobilità e di disoccupazione speciale nell’edilizia;
  • al recupero delle somme versate a titolo di anticipazione del contributo d’ingresso alla mobilità;
  • all’abrogazione degli incentivi all’assunzione di lavoratori iscritti nelle liste di mobilità.

 

conseguenza del dettato legislativo della legge 28 giugno 2012 n. 92 e disposte, a far tempo dal primo gennaio 2017.

 

 

Indennità antitubercolari: entità degli importi 2017

In relazione agli importi da corrispondere a titolo di indennità antitubercolari, per la percentuale stabilita per l’anno 2017, la misura fissa dei predetti importi è correlata per legge alla dinamica del trattamento minimo delle pensioni a carico del Fondo pensioni lavoratori dipendenti.

 

Con la Circolare n. 7 dell’11 gennaio 2017 si comunica che, per effetto di quanto determinato dal decreto del Ministero dell’Economia e delle finanze del 17 novembre 2016, circa la perequazione delle pensioni per l’anno 2016 e il valore definitivo per l’anno 2015, le percentuali di variazione risultano pari, in entrambi i casi, allo 0 %.

 

Restano dunque invariati anche nella procedura automatizzata di liquidazione, gli importi delle indennità giornaliere.

 

Per le misure degli importi rimaste invariate, vai alla Circolare 7 dell’11 gennaio 2017

 

 

Riscossione dell’incremento dell’addizionale comunale sui diritti di imbarco di passeggeri sugli aeromobili

L’entrata in vigore delle disposizioni dell’art. 1, comma 378, della Legge n. 232/2016, ha reso definitiva la temporanea sospensione dell’applicazione dell’incremento dell’addizionale comunale sui diritti di imbarco, precedentemente prevista per il periodo dal 1° settembre al 31 dicembre 2016.

 

Il messaggio n. 98 dell’11 gennaio 2017 fornisce le indicazioni per gli adempimenti a carico delle società di gestione aeroportuale, con informazioni circa la misura dell’incremento dell’addizionale comunale sui diritti di imbarco passeggeri da gennaio 2017 e le istruzioni operative per la compilazione del flusso Uniemens.

 

Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo