Monthly Archives: gennaio 2017

Modello organizzativo di Direzione provinciale, Filiale metropolitana e Filiale provinciale

 

Le determinazioni presidenziali 9 e 10 del 24 gennaio hanno, rispettivamente, individuato le funzioni manageriali governate da Direzioni regionali e Direzioni di coordinamento metropolitano e da Direzioni provinciali, e Filiali provinciali Filiali metropolitane, con il relativo modello organizzativo.

 

La Circolare 15 del 27 gennaio 2017 fornisce le prime linee organizzative per le Direzioni provinciali, le Filiali metropolitane e Filiali provinciali.

 

La fase di sperimentazione del nuovo modello manageriale prende avvio il 1° febbraio 2017 e durerà fino al 30 settembre 2017, termine nel quale saranno valutati i nuovi assetti al fine di apportare modifiche o integrazioni.

 

 

Adempimenti per la compilazione degli elenchi nominativi dei braccianti agricoli valevoli per l’anno 2016

La notifica degli elenchi nominativi dei braccianti agricoli ha luogo mediante pubblicazione telematica nel sito web dell’Istituto, entro il mese di marzo dell’anno successivo a quello di riferimento.


Pertanto, gli elenchi nominativi annuali valevoli per l’anno 2016 dovranno essere pubblicati entro il 31 marzo prossimo.

La circolare n.16 del 27 gennaio 2017 illustra la natura del beneficio e descrive gli adempimenti a carico delle aziende e delle sedi.

Circolare n. 16 del 27 gennaio 2017

Prefettura dell’Aquila – Informativa sul trattamento dei dati personali.

È disponibile on line l’informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del d. lgs. 30 giugno 2003, n. 196. consultabile in Home > Concorsi e Gare > Avvisi

 

Vai alla pagina degli Avvisi

 

 

Modello organizzativo di Direzione regionale e di Direzione di Coordinamento metropolitano INPS

Con decorrenza 1° febbraio 2017 prende avvio la fase di sperimentazione del modello manageriale di Direzione regionale e di Direzione di Coordinamento metropolitano INPS.

Le prime linee organizzative indicate risultano conformi ai principi contenuti nella Determinazione presidenziale n. 9 del 24 gennaio 2017 che individua le funzioni manageriali e il relativo modello organizzativo delle Direzioni regionali e delle Direzioni di coordinamento metropolitano dell’Istituto.

Tale sperimentazione avrà durata fino al 30 settembre 2017, al termine della quale saranno valutate le ricadute operative e gestionali dei nuovi assetti per apportare eventuali modifiche o integrazioni.

Leggi nella Circolare n. 14 del 27-01-2017 i nuovi assetti e i nuovi organigrammi per le Direzioni regionali e per le Direzioni di coordinamento metropolitano.

 

 

Lavoratori domestici: importo dei contributi dovuti per l’anno 2017

 

L’ISTAT ha comunicato tra il periodo gennaio 2015-dicembre 2015 ed il periodo gennaio 2016-dicembre 2016, una variazione percentuale verificatasi nell’indice dei prezzi al consumo del -0,1%.

 

Conseguentemente, per l'anno 2017, sono state confermate le fasce di retribuzione, pubblicate con la Circolare n. 16 del 29 gennaio 2016, su cui calcolare i contributi dovuti per l’anno 2017 per i lavoratori domestici e restano in vigore gli esoneri previsti e istituiti da precedenti Circolari.

 

La Circolare 13 del 27 gennaio 2017 indica le istruzioni rispetto alla corretta applicazione dell’importo contributivo, del contributo addizionale per il rapporto di lavoro a tempo determinato e dei coefficienti di ripartizione che vanno applicati dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2017 alle differenti tipologie di rapporto di lavoro e a seguito di quesiti pervenuti da più Sedi fornisce chiarimenti con la relativa normativa di riferimento.

 

 

Contributi volontari anno 2017: lavoratori dipendenti non agricoli, lavoratori autonomi ed iscritti alla Gestione separata – Parametri e aliquote da applicare

Tenendo conto che la variazione percentuale nell’indice dei prezzi al consumo  per le famiglie degli operai e degli impiegati, verificatasi tra il periodo gennaio - dicembre 2015 ed il periodo gennaio - dicembre 2016, è pari a - 0,1%, con la  Circolare n. 12 del 27 gennaio 2017 si comunicano le aliquote per il calcolo dei contributi dovuti, dai lavoratori dipendenti non agricoli, degli autonomi artigiani e commercianti e degli iscritti alla gestione separata, per la prosecuzione volontaria relativa all’anno 2017.


Per i parametri e le aliquote da applicare vai alla circolare n. 12 del 27 gennaio 2017

 

 

Voucher asilo nido 2017-2018: pubblicato avviso di proroga e istruzioni per la presentazione della domanda del beneficio di maternità

È stato pubblicato un Avviso: Proroga per l’erogazione dei voucher asilo nido alle lavoratrici autonome con le istruzioni per la presentazione delle domande di beneficio di cui all’art. 4, comma 24, lett. b) della legge 92/2012 (Legge Fornero).


Il contributo per l’acquisto dei servizi per l’infanzia può essere richiesto in alternativa al congedo parentale ed è rivolto alle madri lavoratrici dipendenti e iscritte alla gestione separata, nonché alle madri lavoratrici autonome.


Il beneficio è riconosciuto per il biennio 2017-2018, secondo l’ordine delle domande presentate, fino al 31 dicembre 2018, o comunque fino ad esaurimento dello stanziamento di 40 milioni di euro per ciascuno dei due anni, di cui all’art.1, comma 356 della legge 11 dicembre 2016, n.232 (c.d. legge di bilancio 2017), esclusivamente attraverso i servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN dispositivo dal portale dell’Istituto.

 


Fondo di solidarietà del Trentino – Modalità di presentazione della domanda di assegno ordinario

 

In attuazione dell’art. 40 del Decreto legislativo n. 148/2015, che dispone che le Province autonome di Trento e Bolzano possono sostenere l’istituzione di un fondo di solidarietà territoriale intersettoriale, con D.I. n. 96077/2016 è stato istituito presso l’INPS il Fondo di solidarietà del Trentino.

 

Premettendo che, con circolare n. 197/2016, è stata illustrata la disciplina del Fondo anzidetto e sono state fornite le modalità per il versamento del contributo ordinario di finanziamento dovuto al Fondo, il messaggio n. 327 del 24 gennaio 2017 indica ora i termini e le modalità per la presentazione delle istanze di assegno ordinario garantito dal Fondo.

 

Gestione Artigiani e Commercianti: avvisi bonari rata con scadenza Agosto e Novembre 2016

 

Di seguito alla direttive della Circolare n. 98 del 14 giugno 2013, si comunica l’inizio delle elaborazioni per l’emissione degli avvisi bonari relativi alla rata in scadenza ad agosto e novembre 2016 per i lavoratori autonomi iscritti alle gestioni degli artigiani e commercianti.

 

Il Messaggio 381 del 26 gennaio 2017 rende noto che gli avvisi bonari saranno presenti all’interno del Cassetto previdenziale Artigiani e Commercianti seguendo il percorso: Cassetto Previdenziale per Artigiani e Commercianti – Posizione Assicurativa – Avvisi Bonari.

 

Sono in esso indicati i percorsi da seguire per eventuali comunicazioni e ricorda che sarà inoltre inviata una email di alert a tutti coloro che abbiano fornito tramite il Cassetto il loro indirizzo di posta elettronica.

 

Benefici fiscali a favore delle vittime del dovere e dei loro familiari superstiti – art. 1, comma 211, legge 11 dicembre 2016, n. 232

La legge di stabilità 2017 ha esteso ai trattamenti pensionistici spettanti alle vittime del dovere e ai loro familiari superstiti, i benefici fiscali di cui all'articolo 2, commi 5 e 6, della legge n. 407/1998, e dell'articolo 3, comma 2, della legge 3 n. 206/2004 in materia di esenzione dall'imposta sui redditi nonché dalle addizionali regionali e comunali.


Pertanto, a decorrere dal periodo di imposta 2017, a favore dei soggetti destinatari, titolari dei trattamenti pensionistici diretti, o ai superstiti, l’esenzione fiscale dall’IRPEF e dalle addizionali regionali e comunali, ed il rimborso delle ritenute già operate, verranno applicati d’ufficio, con lavorazione a livello centrale.


Sui ratei di pensione del 2017, continueranno tuttavia ad essere applicate le trattenute addizionali regionali e comunali relative al periodo di imposta 2016.


Vai al messaggio n. 368 del 26 gennaio 2017

 

 

 

Gestione Artigiani e Commercianti: imposizione contributiva quarta emissione in corso anno d’imposta 2016

Di seguito alla Circolare 15 del 29 gennaio 2016 in merito della contribuzione dovuta dagli iscritti alla gestione Artigiani ed Esercenti attività commerciali nel corso dell’anno 2016, si comunica che è stata ultimata l’elaborazione dell’imposizione contributiva per tutti i soggetti che non avevano già regolarizzato la loro situazione. Sono stati inoltre predisposti i modelli “F24”, in versione precompilata, necessari per potere effettuare il versamento della contribuzione.

 

Con il Messaggio 376 del 26 gennaio 2017 si ricorda che l’Istituto, a partire dall’anno 2013, non ha più provveduto all'invio delle comunicazioni contenenti i dati e gli importi utili per il pagamento della contribuzione dovuta e che le comunicazioni di cui trattasi sono disponibili, all’interno dei Servizi del Cassetto Previdenziale per Artigiani e Commercianti. L’accesso ai Servizi avviene, come di consueto, tramite PIN del soggetto titolare di posizione contributiva, ovvero di un suo intermediario in possesso di delega in corso di validità.

 

 

Sviluppati i servizi telematici offerti dall’INPS ai CTU

L’INPS, per migliorare la gestione relativa alle controversie in materia di invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità, disciplinati dalla Legge 12 giugno 1984, n. 222 utilizza la piattaforma, il “Portale dei servizi per il CTU” (di seguito Portale del CTU).

Il servizio permette di rispettare gli obblighi essenziali di comunicazione nello svolgimento di dette attività sanitarie previdenziali e assistenziali, tra il Consulente Tecnico d’Ufficio (medico CTU) e l’Istituto e ha reso disponibile, con la Circolare n.139 del 13 dicembre 2012, una specifica procedura informatica in grado di supportare e cadenzare operativamente lo svolgimento delle operazioni peritali già utilizzata dai consulenti per lo scambio, l’esame e la revisione in contraddittorio della documentazione, garantendo la tracciatura delle operazioni e la certezza dei rapporti intercorsi con l’Istituto.

Con il Messaggio 371 del 26 gennaio 2017 si rende noto che al fine di agevolare ulteriormente il lavoro dei consulenti medici, a partire dal corrente mese di gennaio il Portale del CTU viene arricchito di una nuova, funzione relativa alla predisposizione dell’Agenda del professionista con “calendario” delle scadenze dei termini delle attività peritali.


L’agenda prevede due funzioni distinte e complementari partendo dalle informazioni inserite nel Portale dal medico CTU stesso:

  • Agenda scadenzario 
  • Agenda planning settimanale o mensile

In seguito con appositi Messaggi verrà comunicato il rilascio sul Portale di ulteriori importanti funzioni, attualmente in fase avanzata di perfezionamento.

 


Nuove disposizioni in materia di salvaguardia pensionistica (ottava salvaguardia)

Nella legge 232 del 11 dicembre 2016, pubblicata sul supplemento della Gazzetta Ufficiale 297 di dicembre 2016, sono presenti disposizioni in materia di salvaguardia pensionistica che rideterminano le risorse finanziarie stanziate ed il limite numerico stabilito per le diverse operazioni di salvaguardia fino ad oggi intervenute, individuando le categorie di lavoratori alle quali continuare ad applicare i requisiti di accesso e le decorrenze vigenti prima dell’entrata in vigore del decreto legge 201 del 6 dicembre 2011, poi modificato, dalla legge 214 del 22 dicembre 2011.

 

Con la Circolare 11 del 26 gennaio 2017 si forniscono le istruzioni operative per l’applicazione delle disposizioni, le tipologie di lavoratori a cui sono rivolte, i criteri di ammissione alla salvaguardia, le modalità ed il termine di presentazione delle istanze di accesso al beneficio e le operazioni di monitoraggio.

 

Nuovi criteri accertamento anzianità contributiva al 31 dicembre 1995 e sistema pensionistico da adottare per le pensioni della Gestione esclusiva e FPLS e FPSP

La circolare n. 58 del 2016, ha fornito chiarimenti per gli iscritti alle gestioni pubbliche circa la corretta applicazione del massimale contributivo e pensionabile previsto dall’art. 2, comma 18, della legge n. 335/1995 ed ha inoltre definito i nuovi criteri per l’individuazione del sistema di calcolo contributivo ai fini della liquidazione dei trattamenti pensionistici.

 

Veniva in essa precisato, che per gli assicurati che chiedono la liquidazione della pensione a carico della gestione esclusiva dell’assicurazione generale obbligatoria, in virtù della maturazione a decorrere dal 1.1.2012 dei nuovi requisiti previsti dalla legge n. 214 del 2011, si faceva riferimento alla sola contribuzione versata e accreditata nella gestione assicurativa in cui la pensione era liquidata.

 

Con la Circolare 10 del 24 gennaio 2017  condivisa anche dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali si forniscono ulteriori chiarimenti circa:

 

  • Accertamento dell’anzianità contributiva al 31 dicembre 1995 per gli iscritti alla Gestione esclusiva dell’assicurazione generale obbligatoria che possano far valere periodi assicurativi presso altre forme assicurative obbligatorie
  • Accertamento dell’anzianità contributiva al 31 dicembre 1995 per gli iscritti al Fondo Pensione Lavoratori Spettacolo e al Fondo Pensione Sportivi Professionisti che possano far valere periodi assicurativi nel Fondo Pensione Lavoratori Dipendenti

 

riportando, a titolo esemplificativo, due casistiche.

 

 

Assegnati i nuovi incarichi dirigenziali di livello generale dell’Istituto

Con il conferimento degli incarichi dirigenziali di livello generale, si è concluso il primo tassello della nuova organizzazione dell’Istituto.

 

Comunicato stampa

 

Organigramma

 

 

Patrimonio artistico dell’INPS: disponibile una app per tablet e smartphone per poterlo “visitare”

L’Inps dispone di un importante patrimonio artistico e da tempo è stata attivata una specifica sezione del sito istituzionale, denominata “museo multimediale”, che permette di “visitarlo” e conoscerne la storia.

 

Il patrimonio è costituito da opere mobili e immobili di grande importanza acquisite o realizzate nel corso di un intero secolo e che sono oggi dislocate tra i diversi ambienti di rappresentanza e i singoli uffici dell'Istituto, possono essere visualizzate singolarmente o in percorsi tematici.

 

Per poter fruire di questa opportunità attraverso gli apparati mobili, è stata rilasciata una apposita app compatibile con i dispositivi iOS e Android (tablet e smartphone) reperibile in Playstore e Itunes.

 

Dove trovare la app:

 

Play Store

 

Itunes

 

Assegno natalità – art.1, commi da 125 a 129 della Legge n. 190/2014

Con Messaggio n. 261 del 19-01-2017  si forniscono nuove istruzioni sull’attestazione ISEE e aggiornamenti procedurali, le nuove modalità di comunicazione del codice iban e delle richieste di variazione per il pagamento dell’assegno e molte altre precisazioni in merito all’assegno di natalità.

 

 

Domande di verifica del diritto a pensione ai sensi dell’art.1 commi da 214 a 218 della Legge 232/2016 (ottava salvaguardia)

Con Messaggio n. 193 del 17 gennaio 2017 si comunica che il servizio on line di gestione delle domande di prestazioni previdenziali è stato aggiornato con la tipologia relativa alla verifica del diritto a pensione ai sensi dell’articolo 1 commi da 214 a 218 della Legge 232 /2016 (ottava salvaguardia).

 

Il servizio è disponibile, fino al 2 marzo 2017, sia per i patronati, con le consuete modalità, che per i cittadini in possesso delle credenziali di accesso.

 

I cittadini possono accedere ai servizio on line - Domanda: Pensione, Ricostituzione, Ratei matur.

Indicazioni operative e termini per i lavoratori aventi diritto, nel Messaggio n. 193 del 17 gennaio 2017.

 

 

Fondo di solidarietà a sostegno del reddito per il personale delle aziende di trasporto pubblico: istruzioni per il pagamento diretto dell’assegno ordinario

Il Fondo di solidarietà per il personale delle aziende di trasporto pubblico è stato istituito ed è operativo dal 30 novembre 2015, garantendo la prestazione di assegno ordinario, in favore dei lavoratori dipendenti di datori di lavoro che occupano mediamente più di cinque dipendenti, compresi gli apprendisti, nel semestre precedente la data d’inizio delle sospensioni o delle riduzioni di orario di lavoro.

 

Con il Messaggio 209 del 17 gennaio 2017 si forniscono le istruzioni procedurali e contabili per le aziende rientranti nel campo di applicazione del Fondo che sono interessate da processi di sospensione o di riduzione dell’attività lavorativa in relazione alle causali previste in materia di cassa integrazione guadagni ordinaria o straordinaria.

 

 

Nuova funzionalità in ambito ISEE: disponibile il “Simulatore dell’ISEE ordinario”

In ambito ISEE è stata rilasciata la nuova funzionalità che consente un calcolo simulato dell'ISEE ordinario.

 

Questa procedura offre la possibilità al cittadino di avere, in tempo reale, un indicatore che simula il valore ISEE in assenza della presentazione della DSU. E’ stato fornito uno strumento di guida e orientamento che permette all’utente di comprendere la situazione economica del proprio nucleo familiare, al fine di valutare in anticipo il potenziale accesso alle prestazioni sociali agevolate.

 

Per la semplificazione dell’utilizzo, è previsto l’inserimento di valori aggregati e quindi una compilazione facilitata e rapida all’interno del simulatore (ad es. somma dei redditi netti dei componenti il nucleo).

 

Tale indicatore, risultato della simulazione, non costituisce e non sostituisce l’ISEE vero e proprio che si ottiene solo con l’attestazione rilasciata dall’INPS a seguito di presentazione della DSU ai sensi del D.P.C.M. n. 159 del 2013.

 

Infatti, il valore che si ottiene mediante il simulatore è la risultante di un calcolo effettuato unicamente con le informazioni auto dichiarate dall’utente; l’ISEE vero e proprio, invece, ai sensi della normativa vigente, è ottenuto sulla base di informazioni auto dichiarate e dei dati ricavati dagli archivi amministrativi dell’INPS e dell’Agenzia delle entrate.

 

Tramite il simulatore è possibile ottenere unicamente l’ISEE ordinario simulato. Pertanto, se si necessita di altri indicatori specifici (ISEE minorenni, ISEE sociosanitario ecc.), occorre comunque procedere con le consuete modalità.

 

E’ possibile, comunque, utilizzare il simulatore per il calcolo degli indicatori specifici nei casi in cui (ad es. ISEE minorenni con genitori tra loro conviventi, coniugati, separati legalmente o divorziati) l’ISEE specifico coincide con l’ISEE ordinario.

 

Per utilizzare il simulatore non è necessario disporre di un PIN; è disponibile tra i contenuti consultabili senza autenticazione presenti nel portale ISEE post-riforma 2015.

 

Vai al servizio

 

 

Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo