Monthly Archives: dicembre 2012

Politici e cittadini comuni per l’addio alla Montalcini

Politici e cittadini comuni per l'addio alla Montalcini

Il presidente della Repubblica Napolitano, il premier Monti, i presidenti di Camera e Senato. Le massime cariche dello Stato si sono recate a Palazzo Madama, dove ? allestita la camera ardente della senatrice a vita. FOTO

Parole chiave: Camera Ardente, Fotogallery, Gianfranco Fini, Giorgio Napolitano, Mario Monti, Rita Levi Montalcini, Romano Prodi,

Pittura – Tra Arte e Alzheimer: “Le Tele della Memoria”

L'esposizione sar? aperta da venerd? 4 gennaio a domenica 6 gennaio in orario 11.00-19.00.
Dormire a Firenze by Nove da Firenze

Internet – Amerigo Vespucci sceglie il web per continuare a navigare

Un museo virtuale per navigatori moderni per valorizzare e consolidare la memoria storica degli illustri scopritori toscani
Notizie di Cultura da Firenze by Nove da Firenze

Addio Rita Levi Montalcini, in Senato la camera ardente

Addio Rita Levi Montalcini, in Senato la camera ardente

"Era sempre pronta ad aiutare chiunque, non si tirava mai indietro" racconta la nipote Piera ai microfoni di SkyTG24. A portare l'ultimo saluto alla scienziata scomparsa a 103 anni, il capo dello Stato Napolitano e il presidente del Senato Schifani

Parole chiave: Addii, Camera Ardente, Piera Levi Montalcini, Rita Levi Montalcini, Senato,

Serie B – L’Empoli sbanca anche Reggio Calabria

Adesso per la cadetteria ci sar? una lunga pausa di un mese ed un calciomercato che si preannuncia scoppiettante.
Notizie di Sport da Firenze by Nove da Firenze

Video – Un augurio in Viola

I goal dei ragazzi di Montella
ACF Fiorentina Notizie by Nove da Firenze

Sequestro Calevo: procuratore, richiesta riscatto rimasta senza effetto

Genova, 31 dic. (Adnkronos) - "La richiesta di riscatto e' stata formulata nei giorni scorsi ma e' rimasta senza effetto". Lo ha detto il procuratore capo di Genova Michele Di Lecce nella conferenza stampa sulla liberazione di Andrea Calevo in corso in procura.

Sequestro Calevo: procuratore, richiesta riscatto rimasta senza effetto

Genova, 31 dic. (Adnkronos) - "La richiesta di riscatto e' stata formulata nei giorni scorsi ma e' rimasta senza effetto". Lo ha detto il procuratore capo di Genova Michele Di Lecce nella conferenza stampa sulla liberazione di Andrea Calevo in corso in procura.

Sequestro Calevo: procuratore, richiesta riscatto rimasta senza effetto

Genova, 31 dic. (Adnkronos) - "La richiesta di riscatto e' stata formulata nei giorni scorsi ma e' rimasta senza effetto". Lo ha detto il procuratore capo di Genova Michele Di Lecce nella conferenza stampa sulla liberazione di Andrea Calevo in corso in procura.

Elezioni: Monti, movimento civico popolare responsabile per cambiare Italia

Roma, 31 dic. (Adnkronos) - "Un movimento civico, popolare, responsabile", e' la nostra proposta per cambiare l'Italia e riformare l'Europa. Lo scrive Mario Monti su twitter, con un link a un documento pubblicato su agenda-monti.it.

Capodanno: comandante carabinieri Campania, appello contro i botti

Napoli, 31 dic. - (Adnkronos) - "E' forte l'impegno delle stazioni in queste ultime ore in tutta la Campania nel controllo di persone che nonostante la continua azione di sensibilizzazione, persistono nel trafficare con materiali esplosivi particolarmente pericolosi per coloro che improvvidamente ne fanno uso". Il comandante della legione carabinieri della Campania, Carmine Adinolfi rivolge un nuovo appello a poche ore dalla notte di San Silvestro affinche' non vengano sparati botti pericolosi non solo per chi li usa ma anche per i cittadini in generale. Oggi altri sei arresti, numerose denunce e ulteriori sequestri sono stati eseguiti a Napoli citta' ma anche nel napoletano, nel casertano e a Benevento.

"Abbiamo pianificato degli interventi in ambito regionale con particolare attenzione sulla provincia di Napoli allo scopo di scongiurare quelli che vengono definiti i botti proibiti, pericolosi per la comunita'" ha proseguito il generale Adinolfi che in mattinata ha visitato alcune stazioni piu' impegnate a Napoli: tra queste San Giovanni a Teduccio, Napoli-Barra e Napoli-Ponticelli.

A tutti i carabinieri in servizio il comandante della legione Campania ha espresso il suo "grato compiacimento per il lodevole e generoso sacrificio con cui stanno operando". "L'auspicio e' quello -ha concluso Adinolfi- di garantire un Capodanno piu' sereno per tutti, cercando di prevenire gravi episodi con lutti e feriti".

Capodanno: blitz Gdf a Roma, sequestrati 250 kg di botti

Roma, 31 dic. - (Adnkronos) - Oltre all'intensa attivita' del fine settimana, nelle ultime ore i finanzieri del comando provinciale di Roma hanno recuperato altri 250 kg di fuochi d'artificio e materiale esplodente detenuti abusivamente per la vendita in vista dei festeggiamenti di fine anno. A tor bella monaca sono state impegnate diverse pattuglie di baschi verdi del gruppo pronto impiego di Roma. In via Quaglia due cittadini extracomunitari, sono stati sorpresi, in diverse occasioni, mentre erano intenti a vendere artifizi e petardi vari di IV e V categoria con banchi vendita allestiti a bordo delle rispettive autovetture, che sono state entrambe sequestrate.

I due verranno denunciati alla procura della Repubblica di Roma per detenzione di materiale esplodente in difetto dell'autorizzazione rilasciata dall'autorita' di pubblica sicurezza. Il piano di controlli prosegue nell'intento di sottrarre dal mercato illegale il maggior quantitativo possibile di botti evitando che finiscano nelle mani di minori e di adulti, sprovvisti della necessaria preparazione.

Vela, Soldini a caccia del record sulla rotta New York – San Francisco

Milano, 31 dic. (Adnkronos) - Giovanni Soldini e Maserati salpano oggi per il record New York-San Francisco, 13.225 miglia in equipaggio da percorrere in meno di 57 giorni e 3 ore. La partenza ? confermata per oggi, intorno alle 18 (ora italiana). Il percorso, che si presenta lungo e difficile, pieno di insidie, ripercorre le storiche rotte dei clipper impegnati nella corsa all'oro nella seconda met? dell'Ottocento, che il VOR 70 Maserati dovr? compiere in meno di 57 giorni, 3 ore e 2 minuti per battere il record di Yves Parlier e Aquitaine Innovations che resiste dal '98.

Ad affrontare insieme a Soldini due oceani (Atlantico e Pacifico) e il leggendario Capo Horn (da passare controvento), un equipaggio internazionale di otto navigatori e velisti: gli italiani Guido Broggi, Corrado Rossignoli e Michele Sighel, il francese Sebastien Audigane, il tedesco Boris Herrmann, l'americano Ryan Breymaier, il cinese Jianghe Teng detto Tiger, lo spagnolo Carlos Hernandez.

"Siamo tutti impazienti di partire - spiega Soldini - anche se le condizioni meteorologiche sono particolarmente dure. Fa un freddo polare, sullo scafo di Maserati ci sono neve e ghiaccio. Salperemo dal molo verso le 9 del mattino, ore locali, con l'alta marea. Taglieremo la linea di partenza, davanti al faro di Ambrose Light, intorno a mezzogiorno, le 6 del pomeriggio in Italia. Nelle prossime 30, 40 ore avremo venti in poppa sui 35, 45 nodi e onde fino a 5 metri e mezzo di altezza, poi dovremmo avvicinarci all'alta pressione delle Bermuda, una zona molto critica di transizione, e entrare finalmente nell'aliseo. Il morale ? alto, la barca ? prontissima e noi anche".

Napoli: con l’agguato al rione Sanita’ 2012 si chiude con 63 omicidi

Napoli, 31 dic. - (Adnkronos) - Con l'omicidio di Francesco Bara di 35 anni avvenuto ieri sera al rione Sanita' nel centro storico di Napoli il 2012 si chiude con 63 omicidi. Quaranta di queste esecuzioni sono riconducibili alla criminalita' organizzata. Di queste 24 sono state commesse a Napoli citta' e le altre 16 in provincia.

Napoli: con l’agguato al rione Sanita’ 2012 si chiude con 63 omicidi

Napoli, 31 dic. - (Adnkronos) - Con l'omicidio di Francesco Bara di 35 anni avvenuto ieri sera al rione Sanita' nel centro storico di Napoli il 2012 si chiude con 63 omicidi. Quaranta di queste esecuzioni sono riconducibili alla criminalita' organizzata. Di queste 24 sono state commesse a Napoli citta' e le altre 16 in provincia.

Mostra – Il tesoro nascosto del Museo Marino Marini

Visita spettacolo della Compagnia Piccoli Principi 2, 3, 4 gennaio 2013 - ore 10.30 e 15.00
Dormire a Firenze by Nove da Firenze

Musica, il ‘Viaggiatore immobile’ di Anzovino corre dentro l’anima

Roma, 31 dic. (Adnkronos) - Silenzi densi, loquaci. Una partitura senza tab? dove note, suoni e ritmi si incontrano per amore. Niente schemi. Ma c'? sempre armonia. Una partitura che scrive la sceneggiatura di un film che si crea nell'immanenza dell'ascolto. Un titolo perfetto, 'Viaggiatore immobile', per un album, l'ultimo di Remo Anzovino, che si insinua subito nelle radici, scolla ricordi incrostati dal tempo e girovaga dentro l'anima. La solletica, la tiene sveglia. Se tenti di fare dell'altro mentre lui va, non puoi, devi fermarti e lasciar entrare 'il viaggiatore immobile', il pianoforte, e tutti i suoi compagni: contrabbasso, marimba, boobans, vetrofono, percussioni, vibrafono, arpa, chitarre elettriche, banjo, clarinetto basso, glockenspiel, trombone, omnichord, santur, sega musicale, shakuhachi, violini e altri ancora che contribuiscono ad una ricchezza cromatica che seduce fino alla fine.

Ogni traccia ? una storia, che si scrive negli occhi. Il 'Viaggio' inizia con 'Natural mind': il ritmo verticale percussivo e costante invita a scorgere il miracolo in ci? che si ripete. Invita ad accorgersi. 'Spasimo' arriva piano piano e si impone, scombussola, poi si ritrae, lasciando a chi ascolta lo spazio per ricomporre quel che dentro cerca equilibrio. 'Irenelle' consegna lo scettro al pianoforte che lascia in eco al vento la sua melodia. Su 'Pazyryk', il pi? antico tappeto della storia, i passi di uomini e donne arrivano da lontano. Le passioni strazianti di un tempo si accendono d'archi e il contrabbasso osserva, commenta, accoglie una nostalgia eterna.

'Musica per due', leggiadro, scrive immagini semplici d'amore come nella balera di un paesino dove uomini e donne si incontrano per aprire danze amorose. Cancella il tempo la sega musicale dell"Orchidea', e tutto ? nell'assoluto, nei sensi, col pianoforte che recita i suoi versi al coro. L'orecchio ? gi? appagato, met? dell'album ? trascorso. E arriva 'Transoceano': il trombone diventa protagonista e il pianoforte lo commenta e poi, duettando, si scambiano le parti, come due trapezisti si prendono e si lasciano.

'Specchio' ? seduzione! E 'Amore pop' una passeggiata d'amore con le corde pizzicate che ritmano il presente, mentre il futuro si dilata col pianoforte, i fiati e gli archi.

L'album volge al termine e il pianoforte di Anzovino con un'impostazione quasi clavicembalistica in 'Quattro Canti' parla della Dea Musica, per evocare, un istante dopo, in 'Orient Island' le atmosfere di luoghi che sanno vivere sospesi fra Cielo e Terra.

In attesa di un nuovo album e delle immagini che racconter?, non si pu? fare a meno di raccogliere il messaggio dell'ultimo brano, '9 Ottobre 1963', scritto da Anzovino (che abita ad un'ora dal luogo della sciagura), "nella speranza che la musica contribuisca a mantenere vivo il ricordo di un fatto che considera la madre di tutte le tragedie dovute all'incapacit? dell'uomo di ascoltare i segni della natura". Il cluster finale urla con forza il dolore ed evoca un grande senso di incompletezza.

Nigeria: Mons. Kaigama, non abbiamo paura, la fede vince l’odio

Roma, 31 dic. (Adnkronos) - Il 2012 "e' stato un anno molto difficile per i cristiani in Nigeria, a causa della persecuzione e quindi la sofferenza a causa della fede. Abbiamo avuto attacchi su attacchi nelle chiese. Ma abbiamo speranza: i cristiani qui non rinunciano. Fanno il possibile per poter continuare a praticare la loro fede, vengono a messa e sono pochi quelli che hanno paura. Continuiamo cosi' e speriamo che l'anno nuovo sia diverso: che sia un anno di armonia, di pace per tutti noi, musulmani e cristiani. Vogliamo vivere in pace, sempre". Cosi' monsignor Ignatius Kaigama, arcivescovo di Jos e presidente dell'episcopato nigeriano parla, intervistato dalla Radio Vaticana, dell'ennesima strage di cristiani per mano degli islamisti con 15 persone sgozzate nel villaggio di Musari, nel nordest del Paese.

Moltissime stragi sono avvenute proprio la domenica, proprio mentre i fedeli erano in chiesa. "Certamente - commenta- queste persone cercano momenti solenni, momenti speciali per attaccare. Quindi, la chiesa diventa bersaglio quando i cristiani vi si radunano per pregare: in questa occasione e' piu' facile, e' piu' semplice per i terroristi attaccare. Come dico sempre, questo non puo' far morire la fede, non puo' ridurre l'amore per la fede cristiana. Questo - ribadisce - non ci trattiene dal praticare la fede: infatti, andiamo avanti, bambini, uomini e donne. Sempre siamo pronti ad andare avanti. Per questo, siamo sicuri che saremo vincitori.

Monsignor Kaigama riferisce pero' che "anche questa notte festeggeremo la vigilia dell'anno nuovo" e "sono sicuro - dice - che parteciperanno tante persone, che verranno a ringraziare il Signore per tutte le grazie, per tutto quello che hanno ricevuto nel corso dell'anno passato. La fede e' solida. Senz'altro, noi continueremo a praticare la fede cristiana. E speriamo di vincere con l'amore e con la fortezza della nostra fede, su queste persone diaboliche".

Venezuela: annullato concerto Capodanno, pregate per Chavez

Caracas, 31 dic. (Adnkronos) - Le autorita' di Caracas hanno deciso di annullare il tradizionale concerto nel centro della capitale per festeggiare il Capodanno, invitando invece i venezuelani a pregare "affinche il nostro comandante Hugo Chavez abbia la forza di affrontare questo momento difficile". Lo riportano i siti di informazione venezuelani. Il vice presidente Nicolas Maduro ha ammesso che vi sono nuove complicazioni e che la situazione e' "delicata e non senza rischi" per il presidente Chavez.

Immigrati: in 16 sbarcano nel trapanese, in corso ricerche compagni

Palermo, 31 dic. - (Adnkronos) - Sbarco di immigrati sulle coste del trapanese. Sedici extracomunitari, tutti uomini, sono stati bloccati a Tre Fontane, localita' balneare di Campobello di Mazara. I migranti, alcuni dei quali presentavano segni di assideramento, hanno riferito ai soccorritori di far parte di un gruppo di circa 40 persone, ma le ricerche avviate sia in mare che a terra finora sono state senza esito.

Gli uomini della Capitaneria di porto sono riusciti, pero', a individuare l'imbarcazione usata per la traversata. A bordo c'erano ancora tre tunisini. Sono in corso indagini per accertare se si tratti degli scafisti.

Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo