Monthly Archives: marzo 2011

Indice di perequazione 2011

L’Istat, con nota del 17 gennaio 2011, ha comunicato che la variazione percentuale verificatasi negli indici dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati è risultata pari all’1,6 per cento. Tale valore rappresenta l’indice di perequazione automatica da attribuire alle pensioni in via definitiva per l'anno 2011 in sostituzione del valore provvisorio dello 1,4 utilizzato in via previsionale. Il conseguente conguaglio sarà effettuato in sede di perequazione per l’anno 2012.
Con la circolare n° 60 del 30 marzo vengono pubblicate le tabelle aggiornate per la nuova determinazione delle fasce di retribuzione e di reddito pensionabili per le pensioni con decorrenza nell’anno 2011, del minimale retributivo per l’accredito dei contributi ai fini del diritto a pensione, dei limiti di reddito 2011 per la riduzione della percentuale delle pensioni ai superstiti e degli assegni di invalidità.

Regolarizzazione lavoratori “emersi”

Nella circolare n. 58 del 28 marzo 2011 vengono illustrate le modalità di regolarizzazione delle posizioni previdenziali dei lavoratori che hanno aderito a programmi di emersione di lavoro non regolare. In particolare, la circolare fornisce le disposizioni necessarie all’applicazione dei contenuti del D.M. 12 novembre 2009 in materia, che fissa la misura della pressione contributiva, dell’integrazione della quota residua rispetto alla contribuzione sostitutiva versata nel triennio agevolato, del concorso alla copertura degli oneri di ricostruzione della posizione previdenziale pregressa del lavoratore emerso e del trattamento previdenziale relativo ai periodi oggetto di emersione.

Aggiornamento servizio DURC online

L’applicazione dedicata alla richiesta ed al rilascio del DURC (www.sportellounicoprevidenziale.it) è stata completamente modificata. La nuova versione, con nuove funzionalità ed una diversa veste grafica, è disponibile dal 28 marzo 2011. Le nuove implementazioni riguardano i contratti per forniture e servizi, anche in economia, i consorzi, la gestione di ulteriori tipologia di richieste, la grafica e il contenuto dei certificati, nonché l’emissione di un nuovo DURC in sostituzione di un precedente certificato, oggetto di annullamento. Circolare n. 59 del 28 marzo 2011.

Assegni dei Comuni per il nucleo familiare e per la maternità: i nuovi importi

Sono stati rivalutati gli importi dell’assegno familiare e di quello di maternità concessi dai Comuni e pagati dall’Inps.
Per il 2011 l’importo mensile di tali prestazioni sarà di:



-131,87euro per l’assegno per il nucleo familiare. Il nuovo limite dell’indicatore della situazione economica (I.S.E.) per i nuclei familiari composti da cinque componenti, di cui almeno tre figli minori, è pari a 23.736,50 euro;



-316,25 euro (per complessivi 1.581,25 euro) per l’assegno di maternità per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento avvenuti dal 1° gennaio al 31 dicembre 2011. In questo caso, il nuovo valore dell’indicatore della situazione economica (I.S.E.) per i nuclei familiari composti da tre componenti è pari a 32.967,39 euro.



Circolare n. 56 del 23 marzo 2011

 

 

Autorizzazione ad assumere e a trattenere in servizio unità di personale ai sensi del D.P.C.M. 10 marzo 2011

Si comunica che il D.P.C.M. 10 marzo 2011 concernente l’autorizzazione ad assumere e a trattenere in servizio unità di personale per le esigenze di varie amministrazioni dello stato, sensi dell'art. 3, comma 102, della legge 24 dicembre 2007, n. 244, e successive modificazioni ed integrazioni e dell'art. 9, comma 31, del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito con modificazioni nella legge 30 luglio 2010, n. 122, è in corso di registrazione presso la Corte dei conti per essere poi pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.


Le assunzioni previste per l’Istituto potranno essere effettuate a conclusione della suddetta procedura, presumibilmente a decorrere da giugno 2011.

Ricongiunzione liberi professionisti

Con la circolare n. 54 del 16 marzo 2011 vengono fornite le tabelle dei coefficienti da utilizzare per i piani di ammortamento degli oneri di ricongiunzione relativi alle domande presentate, nel corso dell’anno 2011, dai liberi professionisti ai sensi della legge 45/1990, aggiornate in base al tasso di variazione medio annuo dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati accertato dall’Istat per il 2010, pari all’1,6%.

 

Le applicazioni della “finestra mobile”

Con la circolare n. 53 del 16 marzo 2011, l’Inps ribadisce che la cosiddetta “finestra mobile” introdotta dalla legge 122/2010, la quale fissa la decorrenza della pensione dodici mesi dopo il raggiungimento dei requisiti per i lavoratori dipendenti e diciotto mesi dopo tale data per i lavoratori autonomi, riguarda chi raggiunge i requisiti previsti dalla legge a partire dal 1° gennaio 2011. Per coloro che li hanno maturati entro il 31 dicembre 2010, invece, continuano ad essere applicate le norme precedentemente in vigore. Nella circolare, inoltre, viene precisato che, in seguito al parere espresso dal ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in merito, la nuova disciplina delle decorrenze si applica anche a coloro che sono stati autorizzati alla prosecuzione volontaria entro il 20 luglio 2007 e alle donne che accedono al trattamento pensionistico di anzianità secondo il regime sperimentale previsto dalla legge 243/2004, optando per la pensione a 57 anni di età con il sistema contributivo. Nella circolare 53/2011, inoltre, viene presa in esame anche l’applicazione della normativa ad altre tipologie di prestazioni, come la pensione supplementare, la pensione di vecchiaia derivante dalla trasformazione dell’assegno ordinario di invalidità, la pensione di vecchiaia a carico della Gestione separata e così via.

 

Istituzione PIN dispositivo

Allo scopo di garantire maggiore sicurezza sull’autenticità delle richieste e sull’identità del richiedente, è stato introdotto un ulteriore livello di sicurezza del PIN, attraverso la creazione di un profilo cosiddetto “dispositivo”, da utilizzare per alcuni servizi telematici rivolti ai cittadini. Il nuovo tipo di PIN si differenzia da quello “online”, il cui rilascio avviene senza che l’utente sia riconosciuto “de visu” direttamente in sede o abbia inviato copia di un documento di riconoscimento. Le modalità per l’ottenimento del PIN dispositivo sono descritte in dettaglio nella circolare n. 50 del 15 marzo 2011.

Contributi volontari 2011 lavoratori dipendenti

In relazione alla variazione percentuale dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati, calcolata dall’Istat nella misura dell’1,60% tra il periodo gennaio-dicembre 2009 ed il periodo gennaio-dicembre 2010, sono state aggiornate le aliquote dei contributi volontari dei lavoratori dipendenti non agricoli per l’anno 2011. Nella circolare n. 52 del 16 marzo 2011 sono riportate le tabelle con le aliquote da applicare ai lavoratori iscritti ai diversi Fondi e le tabelle storiche con gli importi dei minimali di retribuzione settimanale, quelli relativi alla prima fascia di retribuzione annuale pensionabile e ai massimali, e le aliquote contributive IVS per i lavoratori dipendenti non agricoli.

Software di controllo UniEMens Individuale per le denunce retributive e contributive individuali mensili

E’ disponibile la versione 2.0 del software di controllo UniEMens Individuale che consente la verifica e la certificazione delle denunce retributive e contributive mensili.
Le modalità operative rimangono comunque inalterate.
La procedura può essere scaricata dalla sezione "Software" del sito.


Lavoratori domestici: dal 1° aprile solo comunicazioni online

Dal 1° aprile 2011, la presentazione delle comunicazioni obbligatorie per i lavoratori domestici (assunzione, trasformazione, proroga e cessazione del rapporto di lavoro) non potrà più avvenire tramite i moduli cartacei ma soltanto attraverso i servizi telematici a disposizione dei cittadini sul portale dell’Istituto, quelli per gli intermediari dell’Inps (consulenti e professionisti abilitati, associazioni sindacali dei datori di lavoro domestici) e il contact center multicanale al numero verde 803164. Per i cittadini, il servizio è disponibile nella sezione Servizi online/Servizi rapporto di lavoro domestico/Iscrizione rapporto di lavoro-Variazione rapporto. Per facilitare l’acquisizione, sono stati previsti una serie di controlli sulla correttezza e sulla coerenza dei dati inseriti, anche allo scopo di assicurarne la qualità per una corretta e tempestiva trasmissione agli altri Enti interessati dalla comunicazione.
Per approfondimenti consultare la circolare n. 49 dell’11 marzo 2011.


Atti Ufficiali on-line: nuova veste grafica e nuove funzionalità

In linea con il nuovo portale dell’Istituto, l’Ufficio Studi e Ricerche ha provveduto, in collaborazione con la Direzione centrale sistemi informativi e tecnologici, ad una reingegnerizzazione dell'applicazione Atti Ufficiali on-line, disponibile nel menù INPS comunica, con il rilascio di una nuova veste grafica e di nuove funzionalità, a partire dal motore di ricerca ulteriormente potenziato, per una rapida e semplice consultazione delle informazioni desiderate.
Atti Ufficiali, pubblicazione storica dell’Istituto, il cui primo numero cartaceo risale al 1925, redatto all’epoca dalla Cassa Nazionale per le Assicurazioni Sociali, è diventata nel 2003 pubblicazione on-line, in grado di fornire con sistematicità e rapidità le informazioni relative agli atti legislativi di interesse per l’Istituto, pubblicati nella Gazzetta Ufficiale e le deliberazioni, le determinazioni e le circolari emanate dall’Inps.
Dal 2006 l'applicazione Atti Ufficiali on-line è inserita nel portale del CNIPA, all’interno del Catalogo delle applicazioni riusabili da parte delle amministrazioni pubbliche, che abbiano l'esigenza di automatizzare la produzione e la pubblicazione di documenti ufficiali o di periodici.
Nella nuova home page degli Atti Ufficiali on-line, il menù di sinistra permette di navigare all'interno delle varie annate e fornisce una guida sull'utilizzo dell'applicazione. Il menù di destra, invece, oltre a mostrare l'ultimo numero pubblicato, evidenzia un elenco di atti di particolare interesse per un rapido accesso ed i contenuti più frequentemente ricercati.
L'icona attiva del servizio “INPS risponde” consente di inoltrare all'Istituto, via e-mail, richieste di chiarimenti su aspetti normativi.


Trasmissione certificati di malattia per zone non raggiunte da adsl

Per la trasmissione telematica dei certificati medici di malattia, i medici di famiglia operanti in zone non ancora raggiunte da adsl e che, pertanto, non dispongono di una connessione ad internet a banda larga, potranno utilizzare un’applicazione idonea alla trasmissione mediante un canale alternativo. L’applicazione, che si integra completamente nell’infrastruttura informatica esistente, è di tipo client-server, autoinstallante sul personal computer, e permette di acquisire i dati qualificanti il certificato e di inoltrarli, utilizzando una pendrive con modem GSM, mediante un flusso di messaggi sms verso gli archivi centrali dell’Istituto. L’applicazione, denominata SendMedClient, è disponibile sul sito internet Inps nella sezione software, insieme al manuale d’uso e su richiesta dei medici interessati verrà consegnata direttamente anche dalle Sedi territoriali. Con questa modalità il medico, utilizzando il proprio codice PIN, potrà trasmettere i certificati medici al sistema centrale. Per approfondimenti, consultare il messaggio n. 006143 del 10 marzo 2011.

Le novità per le denunce di manodopera agricola

Per tutte le denunce di manodopera agricola (DMAG) inviate nel termine previsto per il primo trimestre 2011 (aprile 2011), sarà obbligatoria l’indicazione del codice identificativo denuncia aziendale (CIDA). L’introduzione del Cida, che costituisce l’identificativo univoco dell’azienda in linea con i criteri di efficienza e snellezza amministrativa, si è resa necessaria ai fini della revisione del sistema Dmag, in quanto consentirà di reperire in modo automatizzato dall’archivio delle aziende agricole molte delle informazioni attualmente presenti nel modello Dmag Unico, necessarie alle operazioni di calcolo della contribuzione con conseguente semplificazione degli adempimenti a carico delle aziende. Nella circolare n. 46 del 10 marzo 2011 vengono fornite le prime indicazioni in materia, mentre a breve sarà pubblicata la nuova versione delle relative specifiche tecniche.

Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo