Category Archives: L’editoriale

Il papero torna a volare. L’attacco baby del Milan può diventare esplosivo

12 mesi fa la sua ultima rete in Europa ed in Campionato. A gennaio invece la sua unica griffe del 2012, in Coppa Italia, contro il Novara.

Segnali di risveglio con firma di prestigio. Il ritorno di Berlusconi e il contatto con Guardiola. Scouting Braida: vicino l’arrivo di un giovane

La notizia ? il gol di Alexandre Pato, tornato a segno dopo quasi undici mesi di digiuno.

E’ ora di gridarlo al mondo: "giù le mani dal Faraone". Dopo la bella vittoria sul Chievo serve ora la controprova contro gli spagnoli del Malaga, sedotti e abbandonati dallo sceicco

Un gol, un assist, giocate spettacolari da raffinato prestigiatore condite da recuperi e salvataggi degne del miglior difensore.

Il Milan ha trovato la sua identità. Ora Allegri non deve cambiare più. Bojan-Milan: le ultime. A gennaio la rosa verrà sfoltita. Braida si muove in Europa, e il resto degli osservatori?

Segnali, sprazzi, primi barlumi di luce. Il Milan che si proietta alla sfida contro il Malaga di domani sera ? una squadra che ha ancora molto su cui lavorare ma che, allo stesso tempo, sta trovando la giusta via.

Allegri trova gli alleati. Champions, un trend preoccupante. A gennaio un arrivo dalla Juve?

Terzo risultato utile consecutivo. Allegri chiedeva ai suoi giocatori (diventati di fatto suoi grandei alleati) i punti per salvare la sua panchina e migliorare una classifica preoccupante fino a otto giorni fa.

El Shaarawy non è finita come Del Piero. Il 12 gennaio è cambiata la storia del Milan. Pogba, una questione di soldi. Seconda B? Parliamone seriamente…

Quando il Milan ha preso Stephan El Shaarawy, Adriano Galliani ha dato il meglio di s?. Ha avvertito la sensazione giusta e ha agito.

E Berlusconi si arrabbia pure…?

Dopo 4 mesi dal raduno ancora non c'? una formazione titolare. Non una coppia di centrali fissi, non una coppia di mediani, non una coppia di esterni, non una coppia di attaccanti.

Bravi ragazzi. Allegri-Galliani, colloquio ad alta quota che "salva" il tecnico. Novembre mese decisivo per tutti: squadra e panchina

Questa squadra e questi giocatori meritano la nostra ammirazione.

Il "fenomeno" salva il Milan più brutto della stagione. Allegri, altro autogol. Strootman: le ultime di mercato

Il primo tempo del Milan a Palermo ? stato sconcertante. Al Barbera ? stato forse il peggiore della triste annata dei rossoneri.

Il "Faraone" predica nel deserto, ma già da stasera a Palermo serve il supporto del resto della squadra. E a gennaio si cambia…

? Ingmar Bergman da lass? si sar? sentito evocato in continuazione negli ultimi giorni.

Berlusconi-Milan, ecco le due strade che si celano dietro le parole del presidente. Serve aumentare i ricavi: l’Asia il nuovo el dorado. El Shaarawy sulle orme del suo idolo

Se c’? una persona che quando parla non ? mai banale quella ? Silvio Berlusconi.

La cura-Berlusconi e il dottor El Shaarawy. 20 anni di talento puro: il Milan ha trovato il suo trascinatore. In attesa degli altri…

Se vincere era l’unica cosa importante, l’obiettivo ? stato raggiunto. E’ stata la vittoria dei sospiri, ma c’era poco da fare gli schizzinosi dopo tre sconfitte di fila e il peggior avvio degli ultimi 70 anni.

Allegri: calma ragazzi, calma…El Shaarawy e il Milan che non compra mai nessuno. Mapoli: ma non era solo la Juve nel mirino? Briamonte, Quagliarella, Del Piero: i 3 casi del presidente Agnelli. Cassano-Pazzini: ecco come è andata…

La grande corsa alla panchina di allegri, continua. Si tratta di uno sciame sismico fisiologico, di una normalissima coda ai tanti simboli che hanno lasciato Milanello negli ultimi anni, estate scorsa compresa.

Ancora un match ad orologeria? No, grazie!

E’ un momento incredibile. La Juventus sembra James Bond.

Allegri: quanta confusione! Pato fantasma, Bojan sterile, il Pazzo come l’ultimo Gila e il Milan non segna mai! Mercato: altra missione olandese per Braida

Cambi di modulo, ritiri punitivi, allenamenti specifici, discorsi di unit? e gruppo, tutto giusto ma il risultato purtroppo non cambia.

Allegri a fine corsa, giovedì il Milan cambia

Il tam-tam ci insegue da luned? mattina: voci che si rincorrono tra Arcore (uomini vicini a Berlusconi), via Turati, Milanello, redazioni.

E adesso fuori i colpevoli: il Milan è in zona retrocessione e per questo disastro qualcuno deve pagare

Parliamoci chiaro, dopo cinque sconfitte nelle prime otto partite di campionato, il bicchiere mezzo pieno di una parziale rimontina tutta orgoglio contro la Lazio e dell’ennesima perla di El Shaarawy non ci basta pi?.

Allegri-Milan, il capolinea è il Genoa. Ma se perde in Spagna subentra Tassotti perché cambiare è diventata una necessità. Certificata la bocciatura del mercato estivo perché quando si preferisce Traoré a Pogba…

L’umore in casa Milan non ? per nulla buono e ci sarebbe da meravigliarsi se lo fosse.

Non basta una piccola reazione per giustificare un’altra simile prestazione. Il nuovo progetto di Allegri e un appuntamento da non perdere

Quinta sconfitta in otto partite di campionato. Basterebbe questo dato per far suonare l’ennesimo campanello d’allarme a Milanello.

Cassano: i soldatini sono alla Juve o in Nazionale? Juve-Napoli: il popolo rossonero è neutrale. Valeri e Damato: lamentarsi prima è la nuova strategia. Roma: il ritorno di Zeman sembra il ritorno di Sacchi al Milan

Non trovate un po’ strano che, abbracciato il suo Strama, vinto il suo derby e ringraziato il suo Samuel per il gol fatto e per il rigore non visto, Antonio Cassano, con un microfono a disposizione nella settimana della sosta, non abbia parl ...
Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo